Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI GENNAIO 2015
Inviato da Alba il 12/1/2015 17:00:00 (724 letture) News dello stesso autore


                           PAROLA DELLA SETTIMANA



                



Con la festa del Battesimo di Gesù ha termine il breve, ma intenso Tempo di Natale. Inizia con la Nascita prodigiosa del Bambino Gesù a Betlemme, da Maria, Madre Vergine prima e dopo il parto. Ricordiamo che Gesù, anche dopo la Sua Risurrezione, entra nel Cenacolo a porte chiuse. 

Il Tempo di Natale continua con il canto degli Angeli, con la visita dei pastori, con la Presentazione al Tempio e con la visita dei Magi. Una parte del mondo Lo riconosce come il Messia tanto atteso, mentre dall'altra parte un Re comanda lo sterminio di tutti i bambini dai due anni in giù, per essere certo di eliminare quel Bambino scomodo.

Ma Gesù, che pure dovrà morire con un terribile martirio, viene per ora risparmiato, per poter compiere ciò per cui è stato inviato dal Padre celeste.

Il Tempo di Natale però non termina qui, ma al momento in cui Gesù, ormai trentenne, inizia la sua Manifestazione come Maestro che insegna, che ama, che cura, che soccorre, che guarisce, che sfama e che perdona.

E' stato inviato prima di Lui un uomo che preparari la sua strada: è Giovanni il Battista che sul fiume Giordano richiama i peccatori e li battezza con l'acqua, annunciando che è già presente Uno, che battezzerà in Spirito Santo e a cui lui non è degno nemmeno di scioglire i legacci dei  sandali.

Proprio a Giovanni Gesù, Santo e Salvatore,  si presenta tra i peccatori per ricevere il Battesimo ed insiste con Giovanni per riceverlo. Ed ecco che si ha  la manifestazione della Trinità: quando Gesù esce dall'acqua dopo il Battesimo di Giovanni, lo Spirito Santo scende su di Lui sotto forma di colomba e contemporaneamente si sente la Voce del Padre che dice: «Tu sei il Figlio mio, l'Amato; in Te ho posto il mio compiacimento!».

Questa pubblica manifestazione di Gesù segna l'inizio della Sua vita pubblica di Maestro buono e di Salvatore, per condurre tutti al Padre.

Egli è il Vero Figlio di Dio, ma ha voluto che anche noi potessimo diventare figli di Dio. Per questo ci ha donato la Chiesa e i Sacramenti. Col Battesimo ci ha rinnovati: anche a noi è stato donato lo Spirito Santo e anche a noi il Padre guarda con amore.

Ricordiamo la data del nostro Battesimo e festeggiamone gli anniversari: è una data ancora più importante di quella della nascita, perché quella data ricorda il momento in cui noi, semplici creature di Dio, siamo rinati come figli amati!




Altre news
17/6/2019 18:10:00 - TERZA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
17/6/2019 18:00:00 - SECONDA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
3/6/2019 15:10:00 - PRIMA S ETTIMANA DI GIUGNOM 2019
27/5/2019 14:40:00 - QUARTA SETTIMANA DI MAGGIO 2019
20/5/2019 18:30:00 - TERZA SETTIMANA DI MAGGIO 2019

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
ALTARE PREPARATO PER IL GIOVEDI' SANTO IN CAPPELLA PRIVATA
LASCIATE CHE I PARGOLI VENGANO A ME

Cerca nel Sito