Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

PAROLA DELLA SETTIMANA : PRIMA SETTIMANA DI LUGLIO 2015
Inviato da Alba il 6/7/2015 16:50:00 (701 letture) News dello stesso autore


PAROLA DELLA SETTIMANA




Le letture di questa domenica ci parlano della incredulità di fronte alla Parola di Dio annunciata dal Profeta Ezechiele, dall'Apostolo Paolo e da Gesù. Dio ha lasciato l'uomo libero di accogliere o di non accogliere il Suo messaggio. Se fossimo obbligati dall'istinto come gli animali, non avremmo né meriti, né colpe. L'uomo, invece, creato da Dio con intelligenza, libertà e volontà, può e deve fare le proprie scelte con intelligenza e con coerenza in modo che l'intera sua vita venga impostata sulle scelte fatte. Con il Battesimo siamo divenuti fratelli di Gesù e veniamo illuminati dallo Spirito Santo. Se scegliamo Cristo, dovremo imitare Lui, che si è fatto uomo ed è vissuto nelle condizioni degli uomini. Non dovremo meravigliarci se anche noi avremo delle sconfitte, ma dovremo saper perseverare secondo le sue indicazioni. A Gesù accade, che giungendo nel paese in cui è nato, insieme con i suoi discepoli, entrando nella Sinagoga in giorno di sabato si mette ad insegnare. Tutti rimangono stupiti  per la sua intelligenza e per i poteri superiori che mostra di avere. Non sanno accettare la realtà, ritenendo di sapere tutto di lui e della sua normale Famiglia, che si manteneva con l'attività del padre Giuseppe, che era un semplice falegname. Gesù stesso nella Sua gioventù aveva praticato lo stesso mestiere. I paesani non sono capaci di constatare la realtà che appare di fronte a loro, sentendo le Sue Parole e osservando i Suoi prodigi, ma dicono che è impossibile e si scandalizzano. Gesù osserva che un profeta viene disprezzato proprio dai suoi concittadini e dai suoi stessi parenti. Non trova così l'ambiente per compiere prodigi, ma impone le mani a pochi malati, guarendoli. Gesù si meraviglia della loro incredulità e del fatto che i loro cuori siano così chiusi di fronte ad una realtà che hanno di fronte a loro.

Impariamo noi, invece, a riconoscere in Gesù il Messia atteso e ad apprezzarne ogni insegnamento. Solo così potremo essere Suoi collaboratori nella diffusione della Sua Parola e nella realizzazione di tutto ciò che il Signore chiede a ciascuno di noi, donandoci i mezzi necessari per compierlo.



 




Altre news
24/6/2019 18:20:00 - QUARTA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
17/6/2019 18:10:00 - TERZA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
17/6/2019 18:00:00 - SECONDA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
3/6/2019 15:10:00 - PRIMA S ETTIMANA DI GIUGNOM 2019
27/5/2019 14:40:00 - QUARTA SETTIMANA DI MAGGIO 2019

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
DIN DON DAN AUGURI DI BUONA PASQUA!
GESU' IN CROCE CON AI PIEDI LA MAMMA E GIOVANNI

Cerca nel Sito