Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI AGOSTO 2015
Inviato da Alba il 15/8/2015 18:30:00 (723 letture) News dello stesso autore


PAROLA DELLA SETTIMANA




Non si può non fare un accenno alla solennità di sabato 15 agosto: Santa Maria Assunta in cielo. E' un avvenimento molto importante, che però molti definiscono come festa di ferragosto: gite, grigliate, gare di bici o di moto... Pensiamo al significato di questa solenne festa. La Madonna, Madre vergine del Figlio di Dio, non ha visto la corruzione del corpo, come capita a tutti noi, ma è stata Assunta al Cielo in anima e corpo, dove ha raggiunto il Figlio, che siede alla destra del Padre. E' stata incoronata Regina e prega per noi, suoi figli, "partoriti" con dolore ai piedi della Croce di Gesù. Ella è stata la prima "cristiana", la prima ad ascoltare Suo Figlio e a mettere in pratica totalmente la Sua Parola. E' nostro esempio, nostra protettrice, nostra salvezza. Ha già raggiunto la meta, che anche noi desideriamo raggiungere, e possiamo farlo con l'aiuto di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, ma anche per la intercessione di Maria nostra sorella, madre e avvocata.


Riguardo alle Letture della domenica, vediamo che la Prima Lettura, tratta dal Libro dei Proverbi, parla della SAPIENZA, che si è edificata una casa fondata su sette colonne. Il numero sette ci riporta ai Sette Doni dello Spirito Santo, su cui si deve fondare la nostra vita. La Sapienza poi manda le sue ancelle ad invitare che è inesperto a venire a mangiare alla Sua Tavola, a mangiare il Pane e a bere il vino che ha preparato, incitando anche ad abbandonare la inesperienza e a procedere per la via dell'intelligenza. Qualunque cibo, animale o vegetale che sia, è stato vivente, prima di essere offerto a noi come cibo per alimentare la nostra vita.

Segue la Lettera di San Paolo agli Efesini, dove Egli parla ancora di sapienza: "non vivete da stolti, ma da saggi, utilizzando al meglio il tempo che vi è dato, realizzando la volontà del Signore. Non ubriacatevi, per non perdere il controllo di voi stessi, ma siate ricolmi dello Spirito e inneggiate al Signore col cuore, ringraziando Dio Padre per ogni cosa, nel nome del Figlio Gesù Cristo".                             Nel Vangelo vediamo Gesù che afferma: «Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Egli ci invita a partecipare all'Eucaristia, facendo la Comunione ed avremo la risurrezione nell'ultimo giorno. Gesù è la Sapienza: se vivremo usando questo grande dono, vivremo in intima unione con Gesù e il nostro spirito non vedrà mai la morte. Gesù ci fa notare la grande differenza che c'è tra la manna, il preziosissimo "pane" disceso dal cielo quando il popolo viaggiava nel deserto e il PANE che ora ci viene offerto alla Santa Messa dopo la Consacrazione: Gesù stesso in Corpo, Anima e Divinità.             Accettiamo dunque questa offerta necessaria come nostro CIBO, certamente preparando convenientemente il nostro cuore con la Confessione, quando necessario.




Altre news
17/6/2019 18:10:00 - TERZA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
17/6/2019 18:00:00 - SECONDA SETTIMANA DI GIUGNO 2019
3/6/2019 15:10:00 - PRIMA S ETTIMANA DI GIUGNOM 2019
27/5/2019 14:40:00 - QUARTA SETTIMANA DI MAGGIO 2019
20/5/2019 18:30:00 - TERZA SETTIMANA DI MAGGIO 2019

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
Gesù vivo nel Tabernacolo e Gesù in Croce
LAVANDA DEI PIEDI
CRISTO E' RISORTO DAI MORTI

Cerca nel Sito