Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

IL SAPERE IN PILLOLE : 38° Pillola - L'ESAME DI COSCIENZA
Inviato da Alba il 17/9/2010 19:00:00 (1444 letture) News dello stesso autore


Trentottesima Pillola



L'ESAME DI COSCIENZA



L'esame è sempre un confronto. Nella scuola il confronto è tra quello che io so e quello che dovrei sapere.

In un esame di concorso è tra quello di cui sono capace io e quello di cui sono capaci gli altri concorrenti.

Per l'esame di coscienza il confronto è tra la mia vita e l'insegnamento di Gesù e della sua Chiesa.

Quello che penso, quello che dico, quello che faccio, è conforme alla volontà di Dio? E' conforme alla volontà di Dio il fatto che io ometta di fare certe cose?

Come posso conoscere la volontà di Dio?

Il Vangelo, l'insegnamento della Chiesa e la rettitudine della mia coscienza sono il parametro giusto.

Gesù risponde ad un dottore della Legge, che gli ha chiesto quale sia il più grande dei comandamenti della Legge: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo. Amerai il prossimo tuo come te stesso. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Gesù ha detto che non è venuto ad abolire la Legge e i Profeti, ma a perfezionarli. Essenzialmente, ciò che doveva venire osservato con timore, ora è da attuare con amore.

Occorre una precisazione riguardo alla parola "amore", termine attualmente molto abusato e travisato.

Amare significa anzitutto volere il bene dell'altro e non il proprio piacere e il proprio interesse.

Amare i figli significa educarli in modo che possano divenire adulti capaci dei sacrifici necessari a raggiungere il bene superiore a cui tutti siamo chiamati.

La mia parola e la mia vita devono essere tali da aiutare tutti,  parenti, amici e conoscenti, a raggiungere la vita eterna, che è costata a Gesù la morte in croce.

Anch'io devo un po' morire, devo sacrificarmi per condurre i fratelli alla salvezza. Impegno questo di ogni adulto che si voglia definire cristiano e in modo particolare dei genitori, primi ed essenziali responsabili verso i loro figli.

Nell'esame di coscienza, e quindi nella Confessione Sacramentale, devo vedere che cosa in me e nella mia vita sia in contrasto con il vero amore verso Dio e verso i fratelli.




Altre news
13/10/2019 10:00:00 - SECONDA SETTIMANA DI OTTOBRE 2019
6/10/2019 9:50:00 - PRIMA SETTIMANA DI OTTOBRE 2019
30/9/2019 8:20:00 - FINE SETTEMBRE E NIZIO OTTOBRE 2019
20/9/2019 10:30:00 - QUARTA SETTIMANA DI SETTEMBRE 2019
15/9/2019 18:30:00 - TERZA SETTIMANA DI SETTEMBRE 2019

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
GESU' MUORE IN CROCE - DELLA ROBBIA a LA VERNA
G ESU' RISORGE

Cerca nel Sito