Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 24 SETTEMBRE 2021
Inviato da Alba il 24/9/2021 6:10:00 (27 letture) News dello stesso autore


VENERDI', 24 SETTEMBRE 2021


Pietro compie un salto mortale nella fede quando afferma che Gesù è il Cristo di Dio. La gente aspettava un Messia ma era un Messia trionfante, poderoso, possente condottiero. Non certo un falegname di Nazareth improvvisatosi rabbino! Nulla faceva pensare che davvero Gesù potesse assomigliare alla figura del Messia: solo i più attenti avevano letto fra le righe di Isaia l'annuncio di un Servo sofferente disposto a morire per proclamare l'anno di liberazione di Dio. Pietro giunge ad intuire questa verità assoluta che Gesù conferma, ribadendo che il messianismo che egli incarna non ha nulla a che vedere col trionfalismo. Spiazza i discepoli questa affermazione e anche noi. Noi preferiremmo un Messia forte e muscoloso che ci risolvesse i problemi. Lo vogliamo davvero un Dio che mantiene un basso profilo, che cammina con gli uomini, che ne condivide sogni e speranze, dolori e aspettative? Gesù contraddice la connaturale idea di Dio che portiamo nel cuore, ribalta la nostra prospettiva, ci obbliga a chiederci davvero chi è Dio. Gesù provoca la dichiarazione entusiasta dei suoi discepoli: "Tu sei il Cristo di Dio!". Ma subito dopo proibisce di dirlo e rivela di dover percorrere una strada di sofferenza e di morte. Il Figlio dell'uomo deve soffrire molto: è una necessità. Bisogna che sia rifiutato, messo a morte e che risusciti il terzo giorno. Il nuovo tempio è il corpo di Cristo, il vero tempio di Dio. È nel corpo di Cristo che possiamo incontrare Dio. Non solo, ma possiamo tutti insieme formare, nel corpo di Cristo, il vero tempio di Dio. Ma perché questo tempio fosse ricostruito erano necessarie la sofferenza e l'umiliazione, era necessario che Cristo soffrisse per entrare nella sua gloria. Viviamo con umiltà e fiducia, sapendo che Dio è con noi, che il suo Spirito è in mezzo a noi e non dobbiamo temere. Certo, perché Dio sia con noi bisogna che noi siamo con lui, nella docilità al suo Spirito. Docilità che si esprime nell'ottimismo costante, l'ottimismo della fede, l'ottimismo di chi aderisce al mistero di Cristo nel concreto della vita.

 




Altre news
23/10/2021 11:10:00 - QUARTA SETTIMANA DI OTTOBRE 2021
21/10/2021 10:00:00 - GIOVEDI', 21 OTTOBRE 2021
20/10/2021 8:10:00 - MERCOLEDI', 20 OTTOBRE 2021
19/10/2021 6:50:00 - MARTEDI', 19 OTTOBRE 2021
16/10/2021 6:00:00 - LUNEDI', 18 OTTOBRE 2021

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
UN ANGELO PORGE IL CALICE A GESU' NELL'ORTO DEGLI ULIVI
SE TU CONOSCESSI IL DON DI DIO!
GESU' FLAGELLATO

Cerca nel Sito