Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

IL SAPERE IN PILLOLE : 17^ - LA VEGLIA PASQUALE
Inviato da Alba il 27/3/2009 18:50:00 (1016 letture) News dello stesso autore


Diciassettesima pillola



LA VEGLIA PASQUALE



NOTTE DI PREGHIERA E DI GRAZIA



NELLA GIOIOSA ATTESA

DELLA RISURREZIONE DI GESU'



Si inizia con la LITURGIA DELLA LUCE



Aifedeli viene consegnata una candela spenta, la chiesa è completamente buia, quando all'esterno o sulla porta della chiesa stessa si accende e si benedice il fuoco nuovo dal quale viene preparato il CERO PASQUALE, che rappresenta Gesù, principio e fine (Α e Ω), presente oggi per noi (2009). I cinque grani di incenso infitti nel Cero rappresentano le sante piaghe di Gesù Cristo.




Il Sacerdote accende ilc ero dal nuovo fuoco e lui o un diacono lo porta in chiesa, seguito processionalmente dai fedeli, annunciando per tre volte: «La Luce di Cristo!» a cui il popolo risponde: «Rendiamo grazie a Dio».



Al secondo annunzio, il sacerdote prima, poi i fedeli più vicini accendono dal cero pasquale la loro candela e offrono ai vicini il fuoco, in modo che gradatamente tutta la chiesa viene illuminata dalle candele dei fedeli. (Persone particolarmente gentili a volte estraggono dalla tasca un accendino per offrire il fuoco, ma in questo modo si perde il significato dell'accensione delle candele al Cero e del passaggio della LUCE diCRISTO da noi ai fratelli!)



Vengono poi accese le lucidella chiesa e il Cero viene sistemato presso l'altare.



Si prosegue con l'ANNUNCIO PASQUALE



Il diacono proclamal'EXULTET, con cui narra le grandi cose che Cristo ha operato nella notte della Risurrezione per donare a noi il perdono.



I fedeli restanoin piedi con la candela accesa in mano.



Al termine tutti spengono le candele e si siedono per ascoltare in raccoglimento le letture della Parola di Dio che narrano la storia della nostra salvezza. Le Letture sono sette, intercalate da Salmi responsoriali.



Terminate le Letture, viene allestito l'altare, che prima era spoglio e vengono accese le candele dell'altare. Poi si recita la preghiera di Colletta a cui segue un'Epistola di san Paolo, un salmo con l'Alleluia come ritornello e il Vangelo.



Si continua con la LITURGIA BATTESIMALE



(Questo è il momento più adatto dell'anno per amministrare i Battesimi)



Se non c'è nessun battezzando, il sacerdote benedice l'acqua e passa ad aspergere i fedeli.



Poi invita alla rinnovazione delle PROMESSE BATTESIMALIe i fedeli rispondono per tre volte: «Rinunzio»e per tre volte «Credo». Questa sostituisce la recita del Credo.



Con la preghiera dei fedeli prosegue la Santa Messa come avviene solitamente. Al termine il Celebrante impartisce la benedizione solenne.



La Veglia pasquale è una cerimonia molto significativa a cui è bene partecipare fin dall'inizio. 





Altre news
27/10/2020 3:40:00 - MARTEDI', 27 OTTOBRE 2020
24/10/2020 5:50:00 - LUNEDI', 26 OTTOBRE 2020
24/10/2020 5:40:00 - QUARTA SETTIMANA DI OTTOBRE 2020
23/10/2020 5:30:00 - VENERDI', 23 OTTOBRE 2020
22/10/2020 5:00:00 - GIOVEDI', 22 OTTOBRE 2020

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

UOVO DI PASQUA
APPARIZIONE DI GESU' RISORTO
IASTTUZIONE DELL'EUCARSTIA
GESU' INCORONATO DI SPINE
ECCE HOMO DI GUIDO RENI

Cerca nel Sito