Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

(1) 2 3 4 ... 31 »
IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 3 APRILE 2020
Inviato da Alba il 3/4/2020 6:00:00 (2 letture)


VENERDI', 3 APRILE 2020


Gesù sta per essere lapidato e i suoi persecutori mettono in rilievo il motivo del suo martirio, perché si dichiarava Figlio di Dio. Per la legge di Mosè una simile affermazione meritava la morte. Era rifiutato perché si dichiarava Figlio del Padre, mentre il suo desiderio era quello di donarci suo Padre. Alcuni l'hanno riconosciuto e sono venuti a Lui: hanno ascoltato la sua voce e osservato le sue opere di misericordia, i miracoli e le risurrezioni, che manifestavano la gloria di Dio. Hanno percepito lo Spirito del Padre che li toccava nel profondo del loro cuore ed hanno imparato ad adorare. Questi sono stati rinsaldati nella fede ed hanno riconosciuto che Gesù è nel Padre e che il Padre è in Lui. In questi ultimi giorni prima della Passione, la Chiesa ci invita ad attaccarci con una fede amorosa e piena a "Colui che il Padre ha consacrato ed ha inviato nel mondo".


IL SAPERE IN PILLOLE : GIOVEDI', 2 APRILE 2020
Inviato da Alba il 2/4/2020 10:10:00 (3 letture)


GIOVEDI', 2 APRILE 2020


 IL Nuovo Testamento è il completamento dell'insegnamento dell'Antica Alleanza. Con il Nuovo Testamento riusciamo a capire meglio l'Antico Testamento. Gesù ricorda oggi l'unità dei due Testamenti. Gli interlocutori di Gesù non vogliono prendere atto di ciò. Abramo possedeva la prospettiva globale, perché, grazie alla sua fede, guardava verso l'avvenire, verso il Messia. Gesù è il Messia atteso, colui che salverà Israele, ma gli Ebrei non ci credono. Si ostinano a guardare soltanto la vita terrena, nel suo circolo chiuso, che va dalla nascita alla morte, mentre la vita eterna di cui parla Gesù, comincia con la nascita nell'acqua e nello Spirito ed è infinita. Per giungere a questa vita eterna, bisogna osservare per intero l'insegnamento di Gesù.


IL SAPERE IN PILLOLE : MERCOLEDI', 1 APRILE 2020
Inviato da Alba il 1/4/2020 6:20:00 (3 letture)


MERCOLEDI', 1 APRILE 2020


 Essere libero significa fare la volontà di Dio, perché Egli desidera la nostra salvezza. Compiere il bene è fare piacere a Dio, invece essere schiavi significa essere signori di se stessi. Dobbiamo imparare a perseverare nell'insegnamento di Cristo, costantemente. Credere anche a scapito della logica umana, avere il coraggio di dare fiducia a Gesù e rimanere sempre nella casa del Padre. Abramo ha avuto fiducia in Dio. Se fossimo davvero figli di Abramo, le nostre vite sarebbero diverse. Gesù, il Figlio di Dio, è venuto sulla terra per salvare chi era perduto. Se il Figlio vi libera, sarete davvero liberi. Il tempo di Quaresima ha questo senso: ascoltare la parola divina ed agire con una fede profonda; così otterremo la liberazione operata per noi da Gesù Cristo. Essere figli di Abramo significa avere una fede sempre più forte.


IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI', 31 MARZO 2020
Inviato da Alba il 31/3/2020 8:10:00 (6 letture)


MARTEDI', 31 MARZO 2020


 Dice Gesù; "Dove vado io, voi non potete venire". Non possiamo seguire Cristo, se siamo nel peccato, se rifiutiamo Dio Padre e Colui che Egli ha mandato. Secondo san Giovanni il peccato più grande è il rifiuto di Dio Padre e del Figlio Gesù Cristo. Cristo parla in nome di Dio, come già aveva fatto Mosè. Il popolo aveva fiducia in Mosè, per fuggire dalla schiavitù e partire verso la Terra promessa. Ci furono le quaglie e il serpente di rame a salvare dalla morte. Gesù ricorda tutta la strada percorsa dalla schiavitù alla libertà; ciascuno di noi deve intraprendere questo cammino dalla morte alla vita. Per provare in sé questa Pasqua, bisogna  credere in Gesù. Credere che Egli è l'inviato, il Messia e credere nelle sue parole. Allora si impara a seguirlo nel mistero pasquale, nella passione, nella morte in croce e nella risurrezione.


IL SAPERE IN PILLOLE : LUNEDI', 30 MARZO 2020
Inviato da Alba il 30/3/2020 0:30:00 (5 letture)


LUNEDI', 30 MARZO 2020


 Gesù insegna sul monte degli ulivi, poi  nel Tempio. Ha attorno a sè persone diverse, alcune che lo ascoltano attentamente, altre che tentano di aggirare la legge. Gli scribi tendono una trappola a Gesù conducendo da lui una donna sorpresa in adulterio, ma Gesù rispetta la dignità umana e le dice di andare e di non peccare più. L'uomo viene chiamato costantemente alla santità. Deve continuamente passare dall'uomo vecchio, cioè dal peccatore, all'uomo nuovo, rigenerato dall'acqua e dallo Spirito. Nessuno al mondo è senza peccato, ma dobbiamo impegnarci a percorrere la via del ritorno a Dio. Le persone che incontrano la misericordia di Cristo, si allontanano dal male per non peccare più. Impariamo ad ascoltare attentamente Cristo, seguendo il suo insegnamento dell'amore.

(1) 2 3 4 ... 31 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
CORONA DEL ROSARIO
APPARIZIONE DI GESU' RISORTO
LA CROCE DEL VENERDI' SANTO
GESU' MUORE IN CROCE

Cerca nel Sito