Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 31 »
IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 20 MARZO 2020
Inviato da Alba il 20/3/2020 5:30:00 (9 letture)


VENERDI', 20 MARZO 2020


Il comandamento più importante si basa sull'amore a Dio e al prossimo. Nasciamo con il bisogno di essere amati dai nostri genitori e dobbiamo imparare ad amare con la nostra volontà, la nostra anima e il nostro cuore, insomma tutto il nostro essere. Crescendo noi facciamo l'esperienza di quanto sia difficile amare veramente, disinteressatamente, profondamente e sinceramente Dio e il prossimo. Questo non lo si impara sui libri. Il solo modo di imparare ad amare è quello di lasciarci amare da Dio, perché non si può amare se non essendo amati e non c'è altro che Dio che possa amarci veramente, perché Egli è l'unico Signore ed è Amore.


IL SAPERE IN PILLOLE : GIOVEDI', 19 MARZO 2020
Inviato da Alba il 19/3/2020 8:50:00 (11 letture)


GIOVEDI', 19 MARZO 2020


 Giuseppe, sposo della Beata Vergine Maria ebbe il compito di fare da padre putativo a Gesù, che era Figlio di Dio. Giuseppe, servo saggio e fedele, conobbe la volontà del Signore e obbedì. Egli seppe custodire la sposa, la Santa Vergine Maria e il Figlio di Dio, Gesù. Gesù potè crescere in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini. Giuseppe gli insegnò il lavoro di falegname, ma anche l'ascolto delle Sacre Scritture, soprattutto accompagnandolo di sabato nella Sinagoga di Nazaret. Giuseppe era uomo giusto e quando seppe che Maria attendeva un figlio, decise di licenziarla in segreto, però gli apparve un angelo in sogno che gli rivelò che il Bambino che Maria aspettava era opera dello Spirito Santo e quel Bambino avrebbe salvato il suo popolo dai suoi peccati. Giuseppe fece come gli aveva indicato l'angelo e sposò Maria. Giuseppe è l'immagine del credente, di colui che fa la volontà di Dio. Chiediamo a Giuseppe, sposo di Maria Vergine e padre putativo di Nostro Signore Gesù Cristo, che ci aiuti ad ascoltare il Vangelo e a metterlo in pratica in modo da fare ogni giorno la volontà del Padre nostro che è nei cieli.


IL SAPERE IN PILLOLE : MERCOLEDI', 18 MARZO 2020
Inviato da Alba il 18/3/2020 5:50:00 (14 letture)


MERCOLEDI', 18 MARZO 2020


 Il Vangelo di oggi ci invita a seguire con fedeltà la legge di Dio. Gesù è venuto a confermare la legge antica, ma realizza anche nella sua persona ciò che i profeti avevano annunciato. Nel Vangelo di Giovanni leggiamo: "Questo avvenne perché si adempisse la Scrittura". La Scrittura ci è stata trasmessa da uomini, ma viene direttamente dal Padre. La Legge data da Mosè è strettamente legata ai profeti che annunciano il Messia: sono comandamenti di amore che Dio dà al suo popolo perché viva. I comandamenti di amore che Dio dà non sono separati dalla sua presenza nella Chiesa e dallo Spirito Santo, che diffuso nei nostri cuori, ci rende partecipi della vita stessa della Santa Trinità. In questa Quaresima chiediamo una duplice conversione: che il nostro cuore sia sempre rivolto a Dio e che impariamo a conformare le nostre giornate a tutto quanto Egli ci domanda con la Sua Parola.


IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI', 17 MARZO 2020
Inviato da Alba il 17/3/2020 18:40:00 (11 letture)


MARTEDI', 17 MARZO 2020


 Gesù insiste sulla pratica del perdono che deve caratterizzare i suoi discepoli. Molto spesso noi riusciamo a mala pena a perdonare un nostro fratello facendogli capire che non deve però farlo un'altra volta. Perdonare sempre come se fosse la prima volta ci risulta molto difficile. Occorre avere tanto amore per perdonare fino a dieci o a mille volte la stessa mancanza. Il nostro cuore pone sempre limiti al nostro amore. Invece l'amore del Padre è infinito. Ricevendo sempre la sua misericordia Egli desidera che impariamo ad essere misericordiosi verso i nostri fratelli. Le offese che dobbiamo perdonare loro saranno sempre di poco conto di fronte a quelle che Dio ci perdona senza contarcele.


IL SAPERE IN PILLOLE : LUNEDI', 16 MARZO 2020
Inviato da Alba il 15/3/2020 16:10:00 (20 letture)


LUNEDI', 16 MARZO 2020


 Luca ci fa qui intravedere l'ostilità e l'odio che finiranno per fare morire Gesù sulla croce. Gesù sa bene che nessuno è profeta in patria. Eppure Gesù va verso la passione con una suprema libertà. Quando sarà giunta la sua ora, ora stabilita dal Padre, si consegnerà alle mani degli uomini, ma fino a quel momento il suo impegno è quello di salvare coloro che vorranno accoglierlo. Noi che siamo battezzati ed apparteniamo ad una comunità cristiana, abbiamo abbastanza umiltà e fede per accogliere Gesù? Non saremo invece un po' come i farisei che ritengono di non aver bisogno di alcuna conversione? Molte volte questa pretesa sufficienza impedisce a Dio di concedere la sua grazia. Ci dobbiamo rendere conto di avere sempre bisogno di essere purificati da Gesù. Non permettiamo allo Spirito Santo di convincerci quanto al peccato. Solo lo Spirito Santo, dandosi a noi, può darci una giusta coscienza del nostro peccato, non per opprimerci, ma per aiutarci a ricevere il perdono di Gesù, la guarigione e la salvezza.


« 1 2 (3) 4 5 6 ... 31 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE DI GESU' AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
SE TU CONOSCESSI IL DON DI DIO!
GESU' MUORE IN CROCE - DELLA ROBBIA a LA VERNA
PIETA' - Bologna

Cerca nel Sito