MARTEDI', 10 AGOSTO 2021

Data 10/8/2021 7:10:00 | Categoria: IL SAPERE IN PILLOLE


MARTEDI', 10 AGOSTO 2021


Gesù disse ai suoi discepoli che se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno lo vuole servire, lo segua, e dove è lui, là sarà anche il suo servitore. Se uno serve Gesù, il Padre lo onorerà. Oggi la Chiesa celebra la santità di Lorenzo, diacono della Chiesa di Roma, luminoso esempio di martirio e di amore per i poveri. Vive in un momento di grande persecuzione della Chiesa, sotto l'imperatore Valeriano, che vieta le assemblee dei cristiani, blocca gli accessi alle catacombe, anche se non obbliga a rinnegare la fede cristiana. Poi Valeriano ordina la morte di vescovi e preti: fra i tanti muore papa Sisto II. Poi è la volta di Lorenzo che, come diacono, amministra i beni della comunità di Roma. Il prefetto imperiale lo arresta intimandogli di consegnare i tesori della Chiesa. Lorenzo chiede del tempo, si affretta a distribuire ai poveri le offerte di cui è amministratore. Infine compare davanti al prefetto e gli mostra una gran numero di malati, storpi e poveri che lo accompagnano, dicendo: ecco, i tesori della Chiesa. Sarà ucciso. Ma lo ricordiamo per quel gesto, quella provocazione che ancora oggi ci interroga. Non gli ori, le opere d'arte, le meravigliose basiliche sono i tesori della Chiesa, ma i poveri che serviamo, servendo in loro Cristo.  





La fonte di questa news :::::: FIDES, SPES ET AMOR ::::::
http://www.fidespesetamor.com

L'indirizzo di questa news :
http://www.fidespesetamor.com/modules/news/article.php?storyid=2739