LUNEDI', 30 AGOSTO 2021

Data 28/8/2021 6:00:00 | Categoria: IL SAPERE IN PILLOLE


LUNEDI', 30 AGOSTO 2021


Gesù venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e come al solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Aprì il rotolo del Profeta Isaia e trovò il passo dove era scritto che lo Spirito del Signore era sopra di lui e per questo lo aveva consacrato con l'unzione,  lo aveva mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; a rimettere in libertà gli oppressi e a proclamare l'anno di grazia del Signore. Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all'inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro che in quel giorno si era compiuta la Scrittura che avevano ascoltato. Tutti gli davano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca, perché lo conoscevano come il figlio di Giuseppe. Ma egli rispose loro che gli avrebbero detto di curare se stesso e che facesse anche là nella sua patria quello che era accaduto a Cafàrnao. Gesù disse che nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Fece l'esempio di molte vedove che erano in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidòne. C'erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Elisèo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro. All'udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori dalla città. Lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino. Gesù, sbalordisce tutti, affermando che la profezia di Isaia si è realizzata, dicendo a tutti di essere pieno di Spirito e di sentirsi chiamato ad annunciare la buona notizia. La tensione sale, ma Gesù riesce a cavarsela. Luca ci racconta in che modo Gesù medita la Parola: facendola vibrare con la propria vita. Leggendo Isaia lascia uscire il piccolo Isaia che c'è in ognuno di noi e vede intorno a sé la profezia che si realizza. Imparassimo anche noi a lasciar vibrare così la Parola in noi!




La fonte di questa news :::::: FIDES, SPES ET AMOR ::::::
http://www.fidespesetamor.com

L'indirizzo di questa news :
http://www.fidespesetamor.com/modules/news/article.php?storyid=2755