MERCOLEDI', 16 MARZO 2022

Data 16/3/2022 7:00:00 | Categoria: IL SAPERE IN PILLOLE


MERCOLEDI', 16 MARZO 2022


La croce è sempre presente nel cuore di Gesù. È la meta della sua vita. Gesù ci avverte, come avverte Giacomo e Giovanni, che se vogliamo essere con lui nella sua gloria, dobbiamo anche noi morire, fare la volontà del Padre, portare la nostra croce seguendo Gesù, senza cercare di sapere prima quale sia il nostro posto nel suo regno. Gesù ci invita a un rovesciamento totale di valori. Nella nuova comunità per la quale egli sta per dare la vita, il primo sarà l'ultimo, come il Figlio dell'uomo, che non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la sua vita in riscatto per molti. Chiediamo la grazia di divenire servi umili, pronti a soffrire e a sacrificarsi. Preghiamo Maria perché interceda per noi: ai piedi della croce, ciò che Maria chiede per i suoi figli è che abbiano parte, come lei e con lei, al sacrificio del suo Figlio. Farsi servo ha come suo ulteriore esito il dono della vita. Questo allarga il movimento all'infinito, alla totalità. Un movimento di amore, un modo di interpretarlo che implica relazione, contatto con l'altro, condivisione, compassione. Così radicali da dedicargli la vita. E la vita cresce solo se si consuma, solo se si vive e si muore per generare altra vita. Le parole di Gesù anticipano e commentano quella che sarà la sua esperienza in croce: una vita donata, in riscatto per molti, per il loro bene, con tutto il bene possibile. Signore, piccole esperienze di dono della vita illuminino le nostre giornate e ci permettano di comprendere, ammirare, adorare il mistero della tua morte in croce. Dice Madre Teresa: "Quanto meno abbiamo, più diamo. Sembra assurdo, ma è questa la logica dell'amore."




La fonte di questa news :::::: FIDES, SPES ET AMOR ::::::
http://www.fidespesetamor.com

L'indirizzo di questa news :
http://www.fidespesetamor.com/modules/news/article.php?storyid=2934