VENERDI', 25 MARZO 2022

Data 25/3/2022 11:30:00 | Categoria: IL SAPERE IN PILLOLE


VENERDI', 25 MARZO 2022


Oggi è la solennità dell'Annunciazione a Maria. Dio ha pronunciato la sua ultima Parola a Maria, perché si compissero le parole che, nella storia di Israele, erano state dette ad Abramo, a Mosé e ai profeti. Come i profeti, Maria lasciò che la Parola di Dio si sostituisse alle proprie idee religiose. Maria "rimase turbata". L'avvicinarsi del Dio infinito deve sempre turbare profondamente la creatura, anche se, come Maria, è "piena di grazia". Assolutamente straordinario è poi che questo Dio non solo si avvicina a Maria, ma le offre il proprio Figlio eterno perché divenga il suo Figlio. Lo Spirito Santo scenderà su di te e il risultato sarà una nuova creazione. Maria disse: Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto. Nell'Annunciazione si ha il tipo di dialogo che il Padre del nostro Signore Gesù Cristo vorrebbe avere con ciascuno di noi. Il "sì" in risposta all'offerta divina e il cambiamento di vita che ne sarebbe seguito, mostrano che la venuta di Dio in mezzo a noi esige un cambiamento radicale. Ma, cosa più importante, l'Annunciazione a Maria ci pone di fronte ad una grande verità: ognuno di noi ha avuto un'"annunciazione" personale. Se esaminiamo la nostra vita passata, troveremo un'esperienza che è stata decisiva. Era il Dio di Maria di Nazaret che si annunciava a noi. Noi abbiamo dunque avuto una "nostra" annunciazione. Maria ha risposto: "Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto". Maria è piena, traboccante di grazia che è come dire colma d'amore: per Dio Suo Creatore e per noi, suoi figli nel Figlio Gesù.




La fonte di questa news :::::: FIDES, SPES ET AMOR ::::::
http://www.fidespesetamor.com

L'indirizzo di questa news :
http://www.fidespesetamor.com/modules/news/article.php?storyid=2942