GIOVEDI', 28 LUGLIO 2022

Data 28/7/2022 10:20:00 | Categoria: IL SAPERE IN PILLOLE


GIOVEDI', 28 LUGLIO 2022


La Chiesa, come il mondo, è fatta di santi e di peccatori. Non ci è lecito scandalizzarci e dimenticare che così come siamo, siamo cittadini del Regno. Il peccato ci rattrista, ma non ci deprime. Non ci è consentito di attendere passivi l'ultimo giorno. Nel giudizio finale, gli angeli separeranno i cattivi dai buoni. Non possiamo essere indifferenti. La lotta contro il male è d'obbligo anche se la prospettiva è di un combattimento che non finirà mai. Dio e il diavolo combattono ancora nella storia e il campo di battaglia è il cuore dell'uomo. Si tratta di una lotta pacifica e violenta nello stesso tempo. La pace cristiana è inseparabile dalla spada portata da Cristo, anche se la competizione obbliga a ferire se stessi prima degli altri. Alla fine del combattimento sarà Cristo a concedere la vittoria. Presenteremo i nostri pochi meriti, ma conteremo soprattutto su Chi ha guadagnato anche per noi. Non possiamo dirci poveri finché possiamo contare sull'infinita ricchezza dei meriti di Cristo. E' stato chiaro il Signore: Egli parla di rete che raccoglie pesci buoni e meno buoni e dice che sarà proprio il Signore, alla fine dei tempi, a fare la selezione. Il Signore e non noi. E alla fine dei tempi e non oggi. Invece viviamo con insofferenza il fatto che nella Chiesa, a volte nella nostra comunità di appartenenza, ci siano cristiani che giudichiamo poco seri o troppo antiquati o fanatici. Questa evidenza rovina l'idea di Chiesa pura e santa che immaginiamo, la Chiesa dei perfetti. Questa non è l'idea di Chiesa che Cristo ha voluto. Grano e zizzania crescono dentro di noi. Perciò facciamo come ha saputo fare Matteo, scriba per il Regno, sappiamo guardare alla novità assoluta che Gesù è venuto a portare.




La fonte di questa news :::::: FIDES, SPES ET AMOR ::::::
http://www.fidespesetamor.com

L'indirizzo di questa news :
http://www.fidespesetamor.com/modules/news/article.php?storyid=3062