Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RIFLESSIONI > IL NATALE
IL NATALE
Rubrica curata da Alba su 27/12/2011 (2150 Letto)
 


ABBIAMO
INVENTATO UN NATALE



 





SENZA GESÙ !





CHE
NATALE È SE NON C’È L’AMORE ?



(Personaggi: Gesù, 5 uomini, 5 donne)




GESÙ
-
«Cerco casa, tante case! Cerco cuori puliti e sinceri da abitare! Vi prego,
fatemi spazio; desidero riempire di vero amore e di gioia la vostra vita! Per
questo sono venuto!».





Prima
Persona  (donna)
- «Adesso non ho tempo,
Gesù, devo pensare ai regali per le Feste di Natale, devo pulire casa e mettere
le luci, per ospitare adeguatamente amici e parenti. Devo preparare il pranzo
di Natale, l’albero, i biglietti di auguri e mandare le e.mail».





Seconda
Persona (uomo)
 - «E’ un brutto momento,
questo. Ho promesso ai bambini di comprare una nuova play station. Adesso nei
negozi c’è tanta gente, nonostante la crisi. Poi devo passare in Banca, perché
in questi giorni ho molte spese da fare. Le Feste di Natale comportano sempre
tanti impegni!».





Terza
Persona (donna)
- «Adesso non ho proprio tempo: devo preparate tutto, perché
andiamo a sciare in questo periodo. E’ l’unico momento in cui ci possiamo
liberare tutti e trascorrere un po’ di giorni in pace!»





Quarta
Persona (uomo)
- «Gesù, tu sai che ti vogliamo molto bene, ma adesso dobbiamo
lavorare più del solito: il nostro negozio è preso d’assalto, perché tutti
vengono a cercare le luci per l’albero, le statuine per il presepio, gli
addobbi natalizi. E’ il momento in cui guadagnamo di più. Il giorno di Natale,
finalmente, potremo riposare, anche perché i bambini non hanno il catechismo».





Quinta
persona (donna)
- «A me piace il Natale, perché le strade sono piene di luci, i
negozi belli e addobbati, i terrazzi con le luminarie colorate che si accendono
e si spengono. C’è un’atmosfera allegra, tanta gente per le strade e nei
negozi!  E’ allegro, è bello!».





Sesta
persona (uomo)
- «Ogni anno vado a comperare nuove statuineper rendere il nostro
presepe sempre più bello e grande. Mi piace preparare un posto riservato al
presepio: E’ come un’opera d’arte. Ho delle statuine di legno che vengono dalla
Terra Santa. Mi dicono che sono preziose! E’ proprio bella la Festa di
Natale!».





Settima
persona (donna)
– Il Natale è la festa più bella dell’anno. Fuori è tanto
freddo e spesso c’è anche la neve. In casa abbiamo un bel calduccio e stiamo
bene. Non usciamo per nessun motivo. Chi ci vuol vedere viene a trovarci. I
regali li abbiamo già comprati e sono qui ai piedi dell’albero!». Per fortuna
stiamo tutti bene. Quest’anno è proprio un bel Natale!»





Ottava
persona (uomo)
- «Ho augurato il Buon Natale a tutti a voce, per telefono, per
posta e per e.mail. Sono tranquillo, perché ho cominciato un po’ in anticipo.
Adesso preparo l’albero di Natale: ho già comperato tutto! Per il presepio non
c’è spazio, ma ormai siamo anziani e non ci sono più bambini tra noi!
Quest’anno a Natale staremo in pace!»





Nona
persona (donna)
- «Il Natale è la più bella festa dell’anno! Viene Gesù! Il
Figlio di Dio si è fatto uomo per la nostra salvezza. Affidiamo a Lui tutti i
parenti e gli amici, perché ci protegga tutti. Ho già preparato il necessario.
Questa notte andremo tutti insieme alla Santa Messa di mezzanotte. Abbiamo già
preparato il nostro cuore con la Confessione per poter ricevere Gesù nel nostro
cuore. Sia Lui a farci più buoni. E’ questo che conta per trascorrere un Buon
Natale! Il Signore nel nostro cuore è il miglior balsamo per la serenità e la
pace della nostra Famiglia».





Decima
persona (uomo)
- «Siamo stati tutti alla Santa Messa di mezzanotte e abbiamo ricevuto
la Santa Comunione; abbiamo scambiato con tutti gli auguri di un Buon Natale!
Ritornati a casa, ci siamo scambiati i regali, che avevamo preparato ai piedi
del Presepio e poi siamo andati a dormire. Ora stiamo preparando una decina di
pasti caldi da portare alle 12.30 alla Mensa dei poveri, che viene allestita
nella sala parrocchiale. Ognuno degli organizzatori con le loro famiglie
condivide quello che ha portato e si ferma per il pranzo, in allegria. In
questo modo i nostri poveri vivono il pranzo di Natale in compagnia e al caldo.
Riceve così anche il calore dell’amore. Che bel Natale è questo!»





°°°°°°°°°°°°°°




Naviga negli articoli
Precedente articolo LA STORIA DELLE QUATTRO CANDELE - TEMPO DI NATALE I NOSTRI OCCHI SONO INCAPACI DI VEDERE LE MUTAZIONI INTERIORI prossimo articolo

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
 VISITAZIONE: SECONDO  MISTERO DELLA GIOIA
TABERNACOLO CON SPIGHE DI GRANO E UVA
GESU' IN CROCE TRA I LADRONI
INCORONAZIONE DI SPINE.JPG

Cerca nel Sito