Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

(1) 2 3 4 ... 231 »
IL SAPERE IN PILLOLE : LUNEDI', 26 LUGLIO 2021
Inviato da Alba il 24/7/2021 8:30:00 (2 letture)


LUNEDI', 26 LUGLIO 2021


Gesù espose alla folla una parabola, dicendo che il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Quello è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande delle altre piante dell'orto e diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami. Disse loro un'altra parabola affermando che il regno dei cieli è simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata. Gesù non parlava alle folle se non con parabole, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta che aveva detto che Egli avrebbe aperto la sua bocca con parabole e avrebbe proclamato cose nascoste fin dalla fondazione del mondo. La parabola è un racconto che ha bisogno di essere spiegato al fine di venire compreso. Le immagini sono vero veicolo della verità che ad esse si vuole dare. Senza il dono della verità, la parabola rimane muta. Chi deve dare la verità ad ogni parabola di Gesù è lo Spirito Santo. Sempre Lui dovrà illuminare le menti dei credenti perché comprendano con luce sempre nuova e attuale quanto è nascosto in esse. Senza la luce dello Spirito, tutto rimane oscuro e nebuloso. Oggi si ricordano i Santi Gioacchino e Anna, i genitori della Vergine Maria.


PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI LUGLIO 2021
Inviato da Alba il 24/7/2021 8:00:00 (3 letture)


QUARTA SETTIMANA DI LUGLIO 20212


Gesù passò all'altra riva del mare di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e si pose a sedere con i suoi discepoli. Era vicina la Pasqua, la festa dei Giudei. Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e chiese a Filippo dove avrebbero potuto comprare il pane per tutta quella gente. Filippo gli rispose che non sarebbero bastati duecento denari di pane. Andrea, fratello di Simon Pietro disse che c'era un ragazzo che aveva cinque pani d'orzo e due pesci. Gesù disse di far sedere tutti. Erano circa cinquemila uomini. Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, quanti ne volevano. E quando tutti furono saziati, disse ai suoi discepol di raccogliere i pezzi avanzati, perché nulla andasse perduto. Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d'orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato. Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, diceva che Gesù era davvero il profeta. Ma Gesù, sapendo che venivano a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, lui da solo.

IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 23 LUGLIO 2021
Inviato da Alba il 23/7/2021 4:20:00 (4 letture)


VENERDI', 23 LUGLIO 2021


Gesù disse ai suoi discepoli che lui era la vite vera e il Padre suo era l'agricoltore. Ogni tralcio che non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato. Rimanete in me e io in voi.  Se voi non rimanete in me non potete portare frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli. Oggi è la festa di Santa Brigida di Svezia, che si sposò, ebbe otto figli e visse sempre in armonia con Gesù. 

IL SAPERE IN PILLOLE : GIOVEDI', 22 LUGLIO 2021
Inviato da Alba il 22/7/2021 5:00:00 (6 letture)


GIOVEDI', 22 LUGLIO 2021


Accanto alla Vergine Madre, Maria Maddalena fu tra le donne che collaborarono all'apostolato di Gesù e lo seguirono fino alla croce e al sepolcro. Secondo la testimonianza dei Vangeli, ebbe il privilegio della prima apparizione di Gesù risorto e dallo stesso Signore ricevette l'incarico dell'annunzio pasquale ai fratelli. Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora da Simon Pietro e da Giovanni e disse loro che avevano portato via il Signore dal sepolcro. Maria stava all'esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Le chiesero perché piangesse ed ella rispose loro che avevano portato via il Signore. Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi, ma non sapeva che fosse Gesù. Gesù le chiese perché piangesse ed ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse che se lo aveva portato via lui, le dicesse dove l'aveva messo, perché lei potesse andare a prenderlo. Gesù la chiamò per nome, allora ella si voltò e gli disse: «Maestro!». Gesù le chiese di non trattenerlo perché non era ancora salito al Padre. Le disse di andare dai suoi fratelli e di dire loro che saliva al Padre suo e Padre loro, Dio suo e Dio loro. Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli che aveva visto il Signore e ciò che le aveva detto. Per non costruire torri di idolatria urge porre Cristo al centro della vera fede. Posto Cristo al centro della fede, si deve porre la Chiesa al centro di Cristo, a suo esclusivo servizio. Posta la Chiesa al centro di Cristo, è necessario che ogni religione si ponga al centro della Chiesa, convertendosi a Cristo e alla Chiesa una, santa, cattolica e apostolica. Dalla Chiesa, in Cristo, con Cristo, per Cristo si giunge al cuore di Cristo; dal cuore di Cristo, sempre per la Chiesa, nella Chiesa, con la Chiesa si giunge al cuore del Padre, per lo Spirito Santo.


IL SAPERE IN PILLOLE : MERCOLEDI', 21 LUGLIO 2021
Inviato da Alba il 21/7/2021 6:30:00 (8 letture)


MERCOLEDI', 21 LUGLIO 2021


Gesù sedette in riva al mare. Si radunò attorno a lui tanta folla che egli salì su una barca e si mise a sedere, mentre tutta la folla stava sulla spiaggia. Egli parlò loro di molte cose con parabole. Raccontò la parabola del seminatore: una parte del seme cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un'altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c'era molta terra; germogliò subito, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e seccò. Un'altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono. Un'altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. Se la Parola non viene seminata, il regno non può nascere. La teologia spiega la Parola, ma non può sostituirla. Quando la Parola viene sostituita, il cuore rimane nel suo peccato e nella sua non conversione, manca il seme incorruttibile della Parola di Dio viva ed eterna. Il Regno nasce dalla predicazione della Parola di Cristo Gesù. Se si tace la Parola, si rimane con Satana che mira a sostituire la Parola con mille altri ritrovati della mente dell'uomo. Purché non si dica la Parola, lui stesso si mette a disposizione, a servizio dei ministri della Parola perché la sostituiscano con mille altre cose.

(1) 2 3 4 ... 231 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
1° DOLORE - PREGHIERA DI GESU'
UOVO DI PASQUA
APPARIZIONE DI GESU' RISORTO

Cerca nel Sito