Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

(1) 2 3 4 ... 124 »
IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 22 NOVEMBRE 2019
Inviato da Alba il 22/11/2019 7:10:00 (0 letture)


VENERDI', 22 NOVEMBRE 2019


Gesù, entrato nel Tempio, si mise a scaccciare quelli che vendevano dicendo che la sua era casa di preghiera e che loro ne avevano fatto una spelonca di ladri. Ogni giorno Egli insegnava nel Tempio. L'episodio della cacciata dei venditori dal Tempio riportato nel Vangelo odierno di Luca si trova menzionato in tutti quattro i Vangeli, perché è una cosa molto importante. La meta finale del cammino di Gesù è Gerusalemme, ma l'obiettivo ultimo del suo cammino è il Tempio. Gesù annuncia con forza che la casa del Signore è un luogo di preghiera, cioè di incontro con Dio e con i fratelli e non un luogo di mercato. Questo insegnamento è molto attuale, perché purtroppo l'incontro domenicale di molti fedeli nella chiesa è sovente una presenza formale ed esteriore, distratta e svagata, fatta di preghiere ripetute in formule stereotipate e non un vero incontro on Dio nella preghiera. Le nostre chiese hanno bisogno di purificarsi da forme di pietà superficiali e di liberarsi dai mercanti che strumentalizzano la chiesa: Esse debbono tornare ad essere una vera casa di preghiera come ci ha insegnato Gesù nel suo Vangelo.


IL SAPERE IN PILLOLE : GIOVEDI', 21 NOVEMBRE 2019
Inviato da Alba il 21/11/2019 11:40:00 (4 letture)


GIOVEDI', 21 NOVEMBRE 2019


Scribi  e farisei sono convinti che Gesù sia proprietà loro e di nessun altro; gli altri sono peccatori. Si sentono padroni di Dio e padroni della salvezza e mormorano contro Gesù che "riceve i peccatori e mangia con loro", perché hanno l'impressione che venga dato ingiustamente ad altri ciò che appartiene a loro. Gesù invece vuole far capire loro che per essere uniti a Dio non devono rinchiudersi nel loro egoismo, ma accogliere gli altri, anche quelli che a loro sembrano indegni, perché questo è l'atteggiamento di Dio, che è generosità senza limiti e si prende cura dei più bisognosi, cioè di chi si trova in una condizione di miseria spirituale. Chi è povero in spirito desidera il bene degli altri e condivide con gli altri i doni che ha ricevuto, perché sono doni che si moltiplicano distribuendoli. Domandiamo al Signore di comprendere profondamente questa attitudine di spirito, che ci impedisce di inorgoglire e di appoggiarci su noi stessi e ci fa abbandonare nel Signore tutto ciò che siamo, tutto ciò che facciamo, sapendo che tutto viene da Lui e che, se li condividiamo, Egli moltiplica in noi i suoi doni.


IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI' 20 NOVEMBRE 2019
Inviato da Alba il 20/11/2019 6:50:00 (2 letture)


MERCOLEDI' 20 NOVEMBRE 2019


 


Il Signore ci dà realmente la libertà e noi dobbiamo usarla. Se la usiamo come il servo pusillanime che ha nascosto la mina in un fazzoletto perché aveva paura del padrone veniamo meno alla nostra vocazione. Dobbiamo rischiare, accettare iniziative, avere creatività: così onoriamo Dio Creatore, assomigliamo a Lui. E' l'insegnamento del Vangelo di oggi. Per far piacere a Dio dobbiamo approfittare della nostra libertà per onorarlo producendo veramente frutti buoni per Lui e per i fratelli. "La tua mina, Signore, ha fruttato dieci mine". E il Signore risponde: "Bene, bravo servitore, poiché ti sei mostrato fedele nel poco, ricevi il potere su dieci città". Domandiamo a Dio di avere il senso della sua volontà che ci vuole liberi e creativi per glorificare Lui, creatore dell'Universo.

IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI' 19 NOVEMBRE 2019
Inviato da Alba il 19/11/2019 5:50:00 (4 letture)


MARTEDI' 19 NOVEMBRE 2019


Il Vangelo narra l'avventura meravigliosa di un uomo considerato da tutti un peccatore: Zaccheo. A noi è più facile ritrovarci in lui, perché anche noi siamo peccatori e non ci è possibile vedere il Signore: bisogna che sia Lui a cercarci e a decidere di venire nella nostra casa. Allora il suo amore gratuito ci renderà capaci di un amore generoso come quello di Zaccheo. Imitiamo l'umiltà di Zaccheo, che non ha temuto di esporsi al ridicolo arrampicandosi, lui "capo dei pubblicani e ricco", su un sicomoro; approfittiamo di tutte le umiliazioni per "salire" e così vedere il Signore e sentirci dire da Lui: «Devo fermarmi a casa tua».


PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI NOVEMBRE 2019
Inviato da Alba il 17/11/2019 18:30:00 (5 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


EASY CAPTURE2



(1) 2 3 4 ... 124 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
IL TRASPORTO DI GESU' A SEPOLCRO
GESU' INCORONATO DI SPINE

Cerca nel Sito