Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 107 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI MAGGIO 2018
Inviato da Alba il 6/5/2018 20:30:00 (78 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA
SECONDA SETTIMANA DI MAGGIO 2018 
Gesù disse ai suoi discepoli che li amava come Dio Padre amava lui. Per rimanere nell'amore di Gesù occorre osservare i suoi comandamenti come Lui osserva i comandamenti del Padre. Aggiunse che diceva queste cose perché rimanessero nella gioia più piena. Il comandamento da osservare è questo: «Che si amino gli uni gli altri come Gesù li ama». La misura dell'amore è saper dare la propria vita per gli altri e Gesù ci dimostra all'atto pratico che ci ama, perché dà la vita per noi. Possiamo rimanere nell'amore di Gesù se facciamo la sua volontà. Gesù ci dimostra il suo amore perché ci ha fatto conoscere tutto ciò che ha udito dal Padre. Egli ci ha scelti perché portiamo frutto e il nostro frutto rimanga. Ci ha scelti perché otteniamo dal Padre tutto ciò che chiediamo nel nome suo. Egli vuole che ci amiamo gli uni gli altri. 
Spirito Santo, donaci di accogliere l'immenso amore di Dio Padre e di Gesù per noi. Aiutaci ad imparare ad amare come Dio ci ama. Amare è dare la vita non solo per gli amici, ma anche per i nemici, come ha fatto Gesù.

PAROLA DELLA SETTIMANA : FINE APRILE E PRIMA SETTIMANA DI MAGGIO 2018
Inviato da Alba il 30/4/2018 9:30:00 (87 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANAFINE APRILE E INIZIO MAGGIO 2018
 Dice Gesù che egli è la vite, il Padre suo è l'agricoltore e noi i tralci. Il Padre taglia i tralci che non danno frutto e questi seccano e vengono bruciati. I rami che portano frutto li pota perché portino più frutto. I tralci che restano attaccati alla pianta portano frutto. Se siamo uniti a Gesù siamo puri per la parola che ci ha annunziato. Senza Gesù non possiamo fare nulla. Se rimaniamo uniti a Gesù possiamo chiedergli quello che vogliamo e  saremo accontentati. Il Padre è glorificato in questo: che portiamo frutto e siamo discepoli di Gesù.

PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI APRILE 2018
Inviato da Alba il 23/4/2018 10:40:00 (85 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA 
QUARTA SETTIMANA DI APRILE 2018 
Gesù si descrive come il buon pastore che è disposto a dare la vita per le proprie pecore. Il mercenario invece, se vede venire il lupo abbandona le pecore e fugge. Gesù ci conosce personalmente e ci dona la sua vita. Il Padre lo ama perché dà la vita per noi e la riprende di nuovo.

PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI APRILE 2018
Inviato da Alba il 16/4/2018 10:00:00 (90 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA
TERZA SETTIMANA DI APRILE 2018 
I discepoli di Emmaus narravano agli Undici come avevano riconosciuto Gesù quando ha spezzato il pane. Mentre parlavano di questo apparve Gesù in mezzo a loro e li salutò così: «Pace a voi!». Lo scambiarono per un fantasma ed ebbero paura. Gesù mostrò loro le mani e i piedi con i segni dei chiodi, per dimostrare che era proprio lui. Chiese se avevano qualcosa da mangiare e mangiò davanti a loro una porzione di pesce arrostito. Disse anche che si dovevano compiere tutte le cose che erano state scritte su di lui nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi. Fece comprendere le Scritture che dicevano che il Cristo doveva patire, morire e risorgere il terzo giorno. Nel suo nome saranno predicati la conversione e il perdono dei peccati. Di questo dovremo essere testimoni.

PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI APRILE 2018
Inviato da Alba il 9/4/2018 10:40:00 (91 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA 
SECONDA SETTIMANA DI APRILE 2018
 La sera del primo giorno della settimana, mentre i discepoli erano chiusi nella stanza per timore dei Giudei, apparve loro Gesù e disse: «Pace a voi!». Poi mostrò loro le mani e il fianco e i discepoli gioirono al vederlo. Aggiunse: «Come il Padre ha mandato me, così io mando voi. Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati saranno perdonati, a coloro a cui non li perdonerete resteranno non perdonati». Tommaso non era presente a quella apparizione di Gesù e quando gliene parlarono non volle credere. Disse che avrebbe creduto solo se avesse visto personalmente i fori dei chiodi nelle sue mani e la ferita al fianco. Otto giorni dopo apparve di nuovo Gesù e c'era anche Tommaso. Dopo aver detto "Pace a voi", Gesù si avvicinò a Tommaso e gli mostrò i segni delle mani e del fianco, poi gli disse di credere nella sua risurrezione. Tommaso disse: «Mio Signore e mio Dio!» Gesù gli disse: «Perché hai veduto, tu hai creduto. Beati quelli che crederanno anche senza aver visto». Gesù fece anche altri segni, che non sono stati scritti, ma questi sono scritti perché noi crediamo e siamo beati se crediamo senza avere visto.

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 107 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
ANNUNCIAZIONE: PRIMO MISTERO DELLA GIOIA
1° DOLORE - PREGHIERA DI GESU'
ALTARE PER L'ADORAZIONE DEL GIOVEDI' SANTO
CRISTO E' RISORTO DAI MORTI

Cerca nel Sito