Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 189 »
IL SAPERE IN PILLOLE : MERCOLEDI', 18 NOVEMBRE 2020
Inviato da Alba il 18/11/2020 2:50:00 (13 letture)


                    MERCOLEDI',18 NOVEMBRE 2020

Il talento è la vita che Dio dona all'uomo, perché, attraverso di essa, Lui possa manifestare la sua gloria eterna.  Il Libro della Sapienza ci rivela che è sufficiente contemplare la bellezza della creazione per giungere alla bellezza del suo Creatore. Invece l'uomo contemplando i cieli di Dio giunge alla dichiarazione di ateismo. Il talento, che è la vita, è stato arricchito dal Signore con molti altri talenti, sia per il corpo che per lo spirito. Ogni uomo deve produrre frutti secondo il numero dei talenti ricevuto. È attraverso i frutti che si rivela e si manifesta la grandezza del Creatore e Signore. Chi non manifesta attraverso i suoi frutti la gloria di Dio non ha diritto di entrare nel suo regno. Non ha manifestato Dio ai suoi fratelli e Dio non manifesterà a Lui la sua gloria.


IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI', 17 NOVEMBRE 2020
Inviato da Alba il 17/11/2020 4:10:00 (13 letture)


MARTEDI', 17 NOVEMBRE 2020


Sempre il Signore invita l'uomo perché lo cerchi. È un invito pressante che Dio rivolge alla creatura fatta da Lui a sua immagine e somiglianza. Il Signore stesso mai smette di andare lui personalmente a cercare l'uomo per offrirgli il suo perdono e la vita eterna. Impedire ad un solo uomo di cercare il suo Dio e il Signore, nel quale è la sua vera salvezza, è  gravissimo peccato contro la verità di Dio e dell'uomo. Di questo peccato si macchiavano i farisei al tempo di Gesù. Gesù non si lascia condizionare da loro. Cammina per la sua strada. Lui è il vero cercatore dell'uomo e non può peccare di omissione solo perché uomini cattivi e malvagi, nemici dell'umanità, criticano, accusano, mormorano, condannano.  Zaccheo attesta di essersi veramente convertito, lo attestano le sue opere.


IL SAPERE IN PILLOLE : LUNEDI', 16 NOVEMBRE 2020
Inviato da Alba il 14/11/2020 5:20:00 (16 letture)


LUNEDI', 16 NOVEMBRE 2020


Passa Gesù il Nazareno! È quello che siamo chiamati a dire ad ogni mendicante che incontriamo nella vita, ai tanti che cercano senso e che faticano anche solo ad esprimere il loro desiderio. Siamo tutti mendicanti di luce, di felicità, di affetto, di compassione. È il nostro desiderio primario, il bisogno insopprimibile che portiamo piantato nel cuore. Siamo mendicanti che cercano la luce e la luce c'è. Ed è il Signore Gesù che passa nella nostra vita. Anche noi, prima o dopo, abbiamo trovato qualcuno che ce lo ha indicato, che ci ha detto: "Passa Gesù il Nazareno!" Ora siamo noi a dirlo a tutti i bisognosi di luce.

PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI NOVEMBRE 2020
Inviato da Alba il 14/11/2020 5:00:00 (13 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


TERZA SETTIMANA DI NOVEMBRE 2020


Gesù disse ai discepoli una parabola. Un padrone chiamò i suoi servi e disse che stava per partire. Consegnò ad un servo cinque talenti, a un altro due e ad un altro uno. Quando tornò chiese conto ai suoi servi. Il primo aveva guadagnato altri cinque talenti, il secondo ne aveva guadagnati altri due. Ricevettero i complimenti dal padrone. Il terzo servo disse che aveva scavato una buca e vi aveva nascosto il talento ricevuto. Il padrone gli disse che era stato malvagio e pigro. Avrebbe potuto portare il talento ai banchieri per farlo fruttare. Gli fece togliere il talento e lo diede a chi ne aveva dieci, poi disse:"A chiunque ha, verrà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha. E il servo inutile gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti". 



 


IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 13 NOVEMBRE 2020
Inviato da Alba il 13/11/2020 5:40:00 (9 letture)


VENERDI', 13 NOVEMBRE 2020


Quando il Regno di Dio e il regno del principe del mondo saranno separati in eterno? Gesù non dona alcuna risposta. Ci offre però due esempi che dicono repentinità e imprevedibilità degli ultimi eventi: il diluvio universale e la distruzione di Sodoma e Gomorra. Un attimo prima si era in vita, un attimo dopo si era già nella morte perché divorati dalle acque o dal fuoco e zolfo caduti dal cielo. Dal tempo all'eternità il tempo è brevissimo. Basta un secondo. Poiché non c'è neanche il tempo di pentirsi, chiedere perdono, invocare la misericordia del Signore, sempre si deve stare pronti a lasciare il tempo. Nell'eternità non c'è più alcuna possibilità di pentimento. Lì c'è solo spazio per il giudizio eterno. Siamo tutti avvisati. La Parola di Gesù è eternamente vera. Nessun uomo ha potere su di essa. Chi la modifica o la cambia, si assuma le sue responsabilità eterne. Madre di Dio, Angeli e Santi, fate che i cristiani credano con fede convinta nella Parola.


« 1 2 (3) 4 5 6 ... 189 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
GESU' MUORE IN CROCE - DELLA ROBBIA a LA VERNA
ECCE HOMO DI GUIDO RENI
CRISTO E' RISORTO DAI MORTI

Cerca nel Sito