Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 119 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : DOMENICA, 11 FEBBRAIO 2024
Inviato da Alba il 8/2/2024 8:20:00 (13 letture)


DOMENICA, 11 FEBBRAIO 2024



Non ha un nome né un volto il lebbroso, perché è ogni uomo. Siamo noi "il lebbroso", la sua carne che va in disfacimento, è il destino di ogni carne. Tutti abbiamo la nostra "lebbra" che ci allontana da Dio, probabilmente ben nascosta sotto una veste rispettabile e non abbiamo, come il lebbroso, il coraggio di gridarlo. Ci accontentiamo della nostra decenza di fronte alla Legge. Non rubo, non uccido, vado a Messa... Ma nessuna legge, da sola, è sufficiente a purificare il cuore. Ce ne accorgiamo tutte le volte che falliscono i nostri buoni propositi (sempre gli stessi!) e ripetiamo invariabilmente i soliti errori.  La guarigione avviene perché Gesù prova "compassione". Per i sacerdoti il lebbroso è un caso, per Gesù è un uomo che ha bisogno. E allora rompe i tabù, lo tocca, sapendo di diventare impuro per la legge. Ma Gesù supera la legge con la misericordia. Non dimentichiamolo mai: per Dio l'uomo è sempre puro e vale più della legge. Una carezza vale più della legge. Che bello questo tocco d'amore di Gesù! La Sua misericordia non conosce limiti quando è invocata con umiltà e con fede. Il suo amore è sempre più grande del nostro peccato, perché sa che quando un uomo è rifiutato da tutti, per prima cosa ha bisogno di essere amato. L'amore salva: nient'altro.



IL SAPERE IN PILLOLE : VENERDI', 9 FEBBRAIO 2024
Inviato da Alba il 7/2/2024 20:10:00 (14 letture)


VENERDI', 9 FEBBRAIO 2024


IL SAPERE IN PILLOLE


Come il Padre, all'inizio dei tempi, plasmò Adamo dal fango, muto, soffiandogli nelle narici un alito di vita, così il Figlio, nuovo Adamo, stende la mano su un sordomuto, gli mette le dita nelle orecchie, emette un sospiro e dice: "Effatà" cioè "Apriti!". La parola di Cristo, come quella del Padre, è creatrice e ricreatrice: egli dice e così è fatto. Il Verbo creatore del mondo apre all'uomo le labbra, perché reciti e comunichi le sue lodi, e le orecchie perché ascolti la sua parola: "Ascolta... Israele ...Sono io il Signore tuo Dio". Questo insegna a noi, che la parola di Cristo, fa ritrovare al mondo la vera luce. 


IL SAPERE IN PILLOLE : GIOVEDI', 8 FEBBRAIO 2024
Inviato da Alba il 7/2/2024 20:00:00 (13 letture)


GIOVEDI', 8 FEBBRAIO 2024


IL SAPERE IN PILLOLE



La guarigione che Gesù concede alla figlia di questa donna, pagana per nascita, profetizza la pienezza della salvezza dei gentili, riservata al tempo della passione e della risurrezione. Il pane che deve innanzi tutto saziare i figli e che non conviene gettare ai cani, rappresenta il Cristo nel mistero del suo corpo eucaristico, che deve saziare coloro che sono stati purificati dalle acque del battesimo e che sono chiamati perciò figli di Dio. Ecco perché le Scritture ci avvertono: "Chiunque in modo indegno mangia il pane o beve il calice del Signore, sarà reo del corpo e del sangue del Signore... perché chi mangia e beve senza riconoscere il corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna" (1Cor 11,27,30). La donna che si è gettata ai piedi di Gesù ha colto il senso profondo di tali parole e, riconoscendo umilmente la propria condizione, confessa il suo peccato. Con fede si abbandona a Cristo che, giusto e buono, con una sola briciola o una sola parola, può rigenerare e salvare sua figlia.






IL SAPERE IN PILLOLE : MERCOLEDI', 7 FEBBRAIO 2024
Inviato da Alba il 6/2/2024 18:00:00 (12 letture)


MERCOLEDI', 7 FEBBRAIO 2024


IL SAPERE IN PILLOLE


Gesù contesta l'interpretazione restrittiva della Legge che fanno i farisei. Contesta il fatto di mettere sullo stesso piano le norme che derivano dall'alleanza da tanti piccoli precetti osservati con scrupolo. L'idea dei farisei era che osservando tutte le prescrizioni(!) si era graditi al cospetto di Dio. Gesù, invece, ci ricorda che a Dio siamo graditi sempre, con o senza osservanza delle Leggi e che, eventualmente, le norme servono a farci vivere meglio, non a meritarci Dio che è gratis. Quelle che regolano la purità rituale, ad esempio, vengono ricondotte al loro significato originario, di regole di igiene alimentare, nulla di più.


IL SAPERE IN PILLOLE : MARTEDI', 6 GENNAIO 2024
Inviato da Alba il 6/2/2024 11:50:00 (26 letture)


MARTEDI', 6 FEBBRAIO 2024

IL SAPERE IN PILLOLE



Nel brano evangelicoGesù colpisce alla radice la tendenza di dare più importanza ai gesti e ai riti esteriori chr alle disposizioni del cuore. La religione di Gesù è novità evangelica, in contenuti e stile, che non combacia per nulla con la sensibilità del mondo. Gesù lancia il programma di una ecologia del cuore. Il cuore che piace a Dio è un cuore pulito che non scende al pettegolezzo, non riferisce critiche, e non partecipa a mormorazioni contro persone assenti. 


 

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 119 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
ULTIMA CENA DI LEONARDO DA VINCI
no title
18.jpg
20.jpg

Cerca nel Sito