Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 (2) 3 4 5 ... 103 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI GENNAIO 2018
Inviato da Alba il 7/1/2018 20:20:00 (32 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA



 



Giovanni proclamava: «Dopo di me viene colui che è più forte di me a cui io non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Io vi ho battezzati con l'acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

In quei giorni Gesù venne da Nazaret e fu battezzato da Giovanni nel fiume Giordano. Uscendo dall'acqua vide squarciarsi i cieli e lo Spirito Santo discendere su di lui come una colomba. Intanto una voce dal cielo esclamava: «Tu sei il mio figlio amato: in te ho posto il mio compiacimento!».

O Padre, che nell'acqua del Battesimo e nell'unzione dello Spirito fai risuonare la tua voce che invita a seguire Cristo tuo Figlio, trasformaci in testimoni della tua gloria.


PAROLA DELLA SETTIMANA : PRIMA SETTIMANA DI GENNAIO 2018
Inviato da Alba il 31/12/2017 16:00:00 (42 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA




Quando si furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale secondo la legge di Mosè portarono il Bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore. Un uomo di nome Simeone, uomo pio al quale lo Spirito Santo aveva fatto sapere che non avrebbe visto la morte prima di aver veduto il Messia del Signore, andò al Tempio quando i genitori portavano Gesù e lo prese tra le braccia e benedisse Dio, per aver veduto la luce preparata per rivelarsi alle genti. Simeone benedisse Maria e Giuseppe, i quali si stupivano delle parole che si dicevano di Gesù. A Maria Simeone disse che Gesù era venuto per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione.

C'era anche una profetessa, Anna, molto avanzata negli anni, vedova da moltissimi anni. Stava sempre nel Tempio servendo Dio con digiuni e preghiere. Giunta in quel momento si mise anche lei a lodare Dio e parlava del Bambino a quanti attendevano la redenzione di Gerusalemme. Quando ebbero compiuto ogni cosa secondo la Legge del Signore, Maria e Giuseppe tornarono in Galilea nella loro città di Nazaret. Il Bambino cresceva e si fortificava pieno di sapienza e la grazia di Dio era con lui.
 


PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI DICEMBRE 2017
Inviato da Alba il 24/12/2017 9:40:00 (57 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA




L'Angelo Gabriele fu inviato a Nazaret ad una vergine di nome Maria, promessa sposa di un uomo della casa di Davide di nome Giuseppe. L'Angelo annunciò a Maria la nascita di un Bambino che si chiamerà Gesù e sarà il Figlio di Dio, che regnerà sul trono di Davide suo padre e il suo regno non varà fine. Maria chiese come sarebbe avvenuto questo e l'Angelo le disse che lo Spirito Santo sarebbe sceso su di lei e la potenza dell'Altissimo l'avrebbe coperta con la sua ombra. Perciò il Bimbo che sarebbe nato sarebbe stato santo e chiamato Figlio di Dio. L'Angelo aggiunse che sua cugina Elisabetta, che era già anziana e sterile era già al sesto mese di gravidanza, perché niente è impossibile a Dio. Maria si proclamò la serva del Signore, pronta ad accogliere tutto ciò che sarebbe avvenuto in lei. 


PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI DICEMBRE 2017
Inviato da Alba il 18/12/2017 17:10:00 (59 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA




Venne un uomo di nome Giovanni, inviato da Dio per dare testimonianza alla luce. I Giudei gli mandarono sacerdoti e leviti per chiedergli chi fosse. Egli rispose di non essere il Cristo, né Elia, né un profeta. Disse di essere una voce che grida nel deserto: raddrizzate la via del Signore, come disse il profeta Isaia. Gli chiesero perché battezzasse se non era il Cristo, né Elia, né un profeta. Giovanni rispose: «Io battezzo nell'acqua, ma in mezzo a voi sta uno che non conoscete, che verrà dopo di me e a cui io non sono degno di sciogliere i lacci dei sandali». Questo avvenne a Betania al di là del Giordano, dove Giovanni battezzava. Il Natale si avvicina, perciò siamo invitati a rallegrarci e ad attendere l'arrivo di Gesù, appunto Colui che battezza in Spirito Santo e fuoco, che ci rende figli di Dio e membri della Chiesa. Ringraziamo il Signore che viene a portarci la salvezza eterna! 


PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI DICEMBRE 2017
Inviato da Alba il 10/12/2017 9:50:00 (64 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA




E' venuto un messaggero davanti a Gesù Cristo, Figlio di Dio, che ha preparato la sua via. Una voce grida nel deserto: «Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!». Giovanni battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati e accorrevano a lui da tutta la Giudea e da Gerusalemme. Si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Giovanni diceva: «Verrà dopo di me uno a cui io non sono degno di sciogliere i lacci dei sandali. Io vi battezzo con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo». 


E' questo il Battesimo che noi abbiamo ricevuto e che ci ha reso nuove creature per opera dello Spirito Santo. Non solo ci è stato cancellato il peccato originale, ma ci ha fatti diventare figli di Dio e membri della Santa Chiesa. Spetta a noi comportarci in modo adeguato eliminando il male e compiendo il bene.


Fa', o Signore, che sappiamo imitare lo stile di vita che ci propone Giovanni il Battista, il profeta che annuncia la tua venuta. Apri il nostro cuore al suo invito di "raddrizzare i sentieri", per preparare degnamente il tuo Natale.


« 1 (2) 3 4 5 ... 103 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
GESU' MUORE IN CROCE
GESU' IN CROCE TRA I LADRONI
GESU' FLAGELLATO
LA CROCE DEL VENERDI' SANTO

Cerca nel Sito