Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite

« 1 (2) 3 4 5 ... 105 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI MARZO 2018
Inviato da Alba il 19/3/2018 12:00:00 (65 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA
TERZA SETTIMANA DI MARZO 2018
Tra quelli che erano saliti per la festa c'erano alcuni Greci, che dissero a Filippo che volevano incontrare Gesù. Filippo andò con Andrea a dirlo a Gesù, il quale disse che era venuta l'ora della glorificazione del Figlio del'uomo. E aggiunse che se il chicco di grano caduto in terra muore, porta molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde; chi odia la propria vita qui sulla Terra, la conserverà per la vita eterna. Chi mi vuole servire, mi segua e sarà onorato dal Padre. Sono turbato da quest'ora, ma è necessario vivere quest'ora. Venne una voce dal cielo che disse: «L'ho glorificato e lo glorificherò ancora». La folla scambiò quella voce per un tuono e altri dicevano che un angelo gli aveva parlato. Gesù disse che quella voce era venuta per loro e che il principe di questo mondo sarà gettato fuori. Per far capire con quale morte sarebbe morto disse che sarebbe stato innalzato da terra e avrebbe attirato tutti a sé.

PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI MARZO 2018
Inviato da Alba il 12/3/2018 12:00:00 (92 letture)

 PAROLA DELLA SETTIMANA

SECONDA SETTIMANA DI MARZO 2018 

Gesù disse a Nicodemo che come Mosè aveva innalzato il serpente nel deserto, così doveva essere innalzato il Figlio dell'uomo, perché chiunque crede in Lui abbia la vita eterna. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in Lui non vada perduto. Il Figlio è venuto non per condannare, ma perché il mondo sia salvato per mezzo suo. Chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel suo nome. La luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre, perché le loro opere erano malvagie. Chi fa il male non ama la luce, perché le sue opere non siano condannate, invece chi fa la verità ama la luce, perché appaia che le sue opere sono fatte in Dio. Per guarire dal peccato, guardiamo Cristo in croce. Coloro che contemplano con fede la morte di Cristo viene guarito dal peccato. O Signore Gesù, fa' che non rimaniamo nei nostri peccati, ma dopo un serio esame di coscienza e un sincero pentimento accostiamoci al Sacramento della Riconciliazione. Grazie allo Spirito Santo possiamo convertirci e rinnovarci. 

PAROLA DELLA SETTIMANA : PRIMA SETTIMANA DI MARZO 2018
Inviato da Alba il 4/3/2018 12:40:00 (123 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA 
PRIMA SETTIMANA DI MARZO 2018
Si avvicinava la festa più grande per gli Ebrei, la Pasqua  e Gesù salì a Gerusalemme ed entrò nel Tempio. Là trovò buoi, pecore e colombe e i cambiavalute. Gesù fece una frusta con delle cordicelle e scacciò tutti dal Tempio, che da luogo sacro era diventato un mercato.  I Giudei gli chiesero un segno per giustificare quello che stava facendo ed Egli disse: «Distruggete questo Tempio e io in tre giorni lo riedificherò!». Egli parlava del suo corpo. Dopo la risurrezione i discepoli ricordarono che Egli aveva detto questo. La religiosità non deve essere una prestazione umana  a Dio, ma l'esperienza dell'amore paterno di Dio, che si rivela nella nostra vita.

PAROLA DELLA SETTIMANA : FINE FEBBRAIO E INIZIO MARZO 2018
Inviato da Alba il 25/2/2018 17:00:00 (106 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA
FINE FEBBRAIO E INIZIO MARZO 2018
Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte. Là Egli si trasfigurò e le sue vesti divennero candide come la luce. Apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con Lui. I discepoli furono presi da spavento e Pietro disse: «E' bello per noi essere qui; se vuoi farò qui tre capanne: una per te, una per Mosè e una per Elia». Venne una nube che li coprì con la sua ombra e si udì una voce dal cielo che disse: «Ecco il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!». Poi non videro più nessuno se non Gesù solo, il quale, mentre scendevano dal monte disse loro di non  parlare a nessuno di ciò che avevano visto, finché egli non fosse risorto dai morti. Essi tennero per loro la cosa e si domandavano che cosa significasse risorgere dai morti.

PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2018
Inviato da Alba il 13/2/2018 15:50:00 (118 letture)

PAROLA DELLA SETTIMANA

TERZA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2018 

Venne da Gesù un lebbroso, che si mise in ginocchio e lo supplicava di purificarlo. Gesù lo accontentò ed egli si trovò purificato. Lo ammonì severamente di non parlarne con nessuno e di andare a mostrarsi al sacerdote per far constatare la guarigione, facendo l'offerta dovuta. Però egli non stette zitto e divulgò l'accaduto, tanto che Gesù non poteva più entrare in una città, ma doveva rimanere in luoghi deserti dove comunque lo raggiungevano da ogni parte. 

« 1 (2) 3 4 5 ... 105 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE DI GESU' AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
LA CROCE DEL VENERDI' SANTO
CRISTO E' RISORTO DAI MORTI

Cerca nel Sito