Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite






 

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 127 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2021
Inviato da Alba il 13/2/2021 7:20:00 (27 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA



SECONDA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2021



La parola di Dio ci prepara immediatamente al tempo forte dell'anno liturgico che è la Quaresima che inizieremo mercoledì prossimo con le Ceneri, in realtà è anticipato dal testo del Vangelo di Marco che riguarda la guarigione di un lebbroso che si rivolge a Gesù per essere purificato. Gesù presta attenzione alla sua richiesta e subito, come evidenzia l'evangelista Marco, entra in relazione umana con lui, al punto tale che ne ha compassione. Gesù accoglie la richiesta del lebbroso e lo guarisce. Nella guarigione di questo lebbroso, ci sono vari aspetti morali e spirituali che è bene evidenziare, per non rischiare di confondersi e interpretare falsamente il comportamento di Gesù. Egli dopo aver guarito il lebbroso lo caccia subito via. Il lebbroso guarito ora può annunciare il miracolo della vita. Ma prima deve compiere l'atto sacrificale e di ringraziamento per il dono ricevuto. Gesù gli ricorda la norma mosaica da attuare in conformità della legge che non va dimenticata: "Va a mostrarti al sacerdote - gli dice - e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro". L'ex-lebbroso, che è un ebreo della Galilea, sa che deve andare dal sacerdote per ricevere l'attestato dell'avvenuta guarigione: lo prevedeva la legge mosaica. Pur guarito quell'uomo è rimasto "ammalato" nel suo animo, in quanto ha perduto la possibilità del vero riscatto, della vera liberazione. Quante volte sentiamo dire che una persona dopo una malattia, da cui guarisce, invece di essere più buona diventa più cattiva? Così è successo a questo lebbroso. Trasformando quel gesto in una semplice liberazione per sé, lo ha privato del suo contenuto sociale e quindi del suo significato "profetico". A causa della superficiale testimonianza di quell'uomo, ormai le folle credono soprattutto in Gesù come "grande guaritore" e non come salvatore ed atteso Messia. Ecco il perché dell'accorrere in massa da Gesù per essere guariti. Quanto c'è da imparare da questo brevissimo brano del Vangelo di Marco. La malattia superata ci deve portare alla guarigione completa della persona e non solo al suo aspetto esteriore.

PAROLA DELLA SETTIMANA : PRIMA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2021
Inviato da Alba il 6/2/2021 18:50:00 (27 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


PRIMA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2021


Gesù, uscito dalla Sinagoga, andò con Giacomo e Giovanni in casa di Pietro. Gli parlarono subito della suocera che aveva la febbre ed Egli la guarì.  Ella si mise a servirli. Alla sera, dopo il tramonto gli portarono tutti i malati e gli indemoniati. Egli ne guarì molti e scacciò i demoni, ma non permetteva loro di parlare perché lo conoscevano. Al mattino si alzò molto presto quando era ancora buio e si ritirò a pregare. Simone e gli altri si misero sulle sue tracce e dopo averlo trovato gli dissero che tutti lo cercavano, ma Egli rispose che dovevano andare nei villaggi vicini perché doveva predicare anche là. E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.




PAROLA DELLA SETTIMANA : FINE GENNAIO E INIZIO FEBBRAIO 2021
Inviato da Alba il 31/1/2021 7:20:00 (25 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA



FINE GENNAIO E INIZIO FEBBRAIO 2021

Subito dopo il racconto della chiamata dei primi discepoli, l'evangelista Marco narra l'espulsione di uno spirito impuro. Penso che l'evangelista, fin dall'inizio del suo racconto, voglia chiarire almeno due cose. La prima: il Regno di Dio, la sua presenza in mezzo agli uomini, è assolutamente inconciliabile con la tirannia del demonio. L'annuncio del Regno è un annuncio di liberazione da ogni schiavitú e dominazione, è rivelazione della libertà che Dio offre ad ogni uomo e ad ogni donna di scegliere il cammino stupendo e faticoso della sequela. La seconda: questo cammino di liberazione deve iniziare da dentro. È interessante sottolineare che tutto il racconto si svolga all'interno della sinagoga. Il primo annuncio di liberazione deve risuonare dentro le nostre comunità. Abbiamo bisogno di rinnovarci, ma per essere fedeli a Cristo che è la novità della storia e dell'uomo. Abbiamo bisogno di mettere radici in Lui, ma per volare alto sulle strade della carità e della bontà. La parola di Gesù, al contrario di quella degli altri maestri del tempo, non tende a diffondere delle opinioni dottrinali, chiama invece gli uomini all'obbedienza a lui per mezzo della fede, la pratica dei suoi comandamenti e la guida del suo Santo Spirito. Oggi è compito della Chiesa, cioè di ogni cristiano, far arrivare il regno di Dio ad ogni uomo su questa terra.





PAROLA DELLA SETTIMANA : FINE GENNAIO E INIZIO FEBBRAIO 2021
Inviato da Alba il 31/1/2021 7:20:00 (25 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA



FINE GENNAIO E INIZIO FEBBRAIO 2021

Subito dopo il racconto della chiamata dei primi discepoli, l'evangelista Marco narra l'espulsione di uno spirito impuro. Penso che l'evangelista, fin dall'inizio del suo racconto, voglia chiarire almeno due cose. La prima: il Regno di Dio, la sua presenza in mezzo agli uomini, è assolutamente inconciliabile con la tirannia del demonio. L'annuncio del Regno è un annuncio di liberazione da ogni schiavitú e dominazione, è rivelazione della libertà che Dio offre ad ogni uomo e ad ogni donna di scegliere il cammino stupendo e faticoso della sequela. La seconda: questo cammino di liberazione deve iniziare da dentro. È interessante sottolineare che tutto il racconto si svolga all'interno della sinagoga. Il primo annuncio di liberazione deve risuonare dentro le nostre comunità. Abbiamo bisogno di rinnovarci, ma per essere fedeli a Cristo che è la novità della storia e dell'uomo. Abbiamo bisogno di mettere radici in Lui, ma per volare alto sulle strade della carità e della bontà.  La parola di Gesù, al contrario di quella degli altri maestri del tempo, non tende a diffondere delle opinioni dottrinali, chiama invece gli uomini all'obbedienza a lui per mezzo della fede, la pratica dei suoi comandamenti e la guida del suo Santo Spirito. Oggi è compito della Chiesa, cioè di ogni cristiano, far arrivare il regno di Dio ad ogni uomo su questa terra.

PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI GENNAIO 2021
Inviato da Alba il 23/1/2021 9:30:00 (23 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


QUARTA SETTIMANA DI GENNAIO 2021


 Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò in Galilea ed annunciava il Vangelo, che può essere chiamato "La lieta notizia". Diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». Lungo il mare di Galilea, vide i fratelli Simone e Andrea, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre, vide Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, mentre nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui. Come è bello vedere che quattro persone sono così pronte a seguire Gesù. Impariamo anche noi a fidarci di Lui e ad impostare la nostra vita sulle sue parole.


« 1 2 (3) 4 5 6 ... 127 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
LA CROCE DEL VENERDI' SANTO

Cerca nel Sito