Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite






 

« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 86 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : DOMENICA 14 GENNAIO 2024
Inviato da Alba il 14/1/2024 8:10:00 (80 letture)


SECONDA SETTIMANA DI GENNAIO 2024



Gesù non si rivolge all'intelligenza, alle emozioni, alla volontà dei due, ma va più a fondo Che cosa cercate? Significa: qual è il vostro desiderio più forte? Che cosa desiderate più di tutto dalla vita? Gesù, che è il vero Maestro ed esegeta del desiderio, ci insegna a non consultarci con le nostre paure, ma con i nostri desideri, progetti e speranze. Con questa semplice domanda: che cosa cercate? Gesù fa capire che la nostra identità specifica è di essere creature di ricerca e di desiderio. Perché a tutti manca qualcosa: infatti la ricerca nasce da una assenza, da un vuoto che chiede di essere colmato. E la domanda diventa: che cosa mi manca? Gesù non chiede, ai due ragazzi che lo seguono, per prima cosa sacrifici, rinunce o penitenze, Chiede la cosa più importante: di conoscere che cosa desiderano di più, che cosa li fa felici, che cosa si muove nel loro spazio vitale. Che cosa cercate? Per chi camminate? Per Uno che fa felice il cuore.


PAROLA DELLA SETTIMANA : DOMENICA, 7 GENNAIO 2024
Inviato da Alba il 6/1/2024 13:10:00 (113 letture)


PRIMA SEWTTIMANA DI GENNAIO 2024



 


La missione del Salvatore comincia con il far passare in secondo piano Giovanni, il quale, potendo proporre soltanto un battesimo d'acqua, lascia il posto a Colui che battezzerà nello Spirito Santo. Il brano di oggi è un condensato di tutto il messaggio del Vangelo, riassume la buona notizia: Gesù nostro fratello! Gesù solidale con noi, si mette in fila con i peccatori al Giordano, si immerge nell'acqua come tutti gli altri uomini... E' questo il segno che è Figlio di Dio! Gesù solidale con tutti fratelli è il segno che è il Figlio, l'amato! Non un Dio che tuona dall'alto dei cieli, un Dio che fulmina i cattivi, un Dio che incute paura. No, è un Dio che è venuto giù dai cieli, non è più in alto, solitario, è qui sulla terra, in fila con i peccatori, in fila con tutti noi, vicino a tutti, al Giordano, in tutti i tempi, con tutti gli uomini. Che incredibile lezione per tutti noi: se Gesù è fratello di tutti, anche noi siamo fratelli di tutti.

PAROLA DELLA SETTIMANA : FINE DICEMBRE 2023 E INIZIO GENNAIO 2024
Inviato da Alba il 24/12/2023 19:20:00 (92 letture)


        FINE DICEMBRE 2023 E INIZIO GENNAIO 2024



                    DOMENICA, 31 DICEMBRE 2023




La  profezia  di  Simeone  si  compie  nella  sua totalità nei secoli.  Gesù  è  venuto  dai  suoi,  ma  i  suoi  non l'hanno accolto  (Gv 1,6);  ha  portato  la  luce,  ma  il  mondo  è rimasto nelle  tenebre.  Gesù  cercava  la  redenzione  di  tutti,  ma molti  l'hanno  respinto,  hanno  lottato  contro  di  lui.  Per costoro  è  divenuto  un  segno  di  condanna. Per questo  è  segno  di divisione:  ognuno  di  noi  porta  in  cuore  delle  contraddizioni   e  si   scontra  con  degli ostacoli   per   seguire Gesù.    Dobbiamo   imparare   ad  accogliere  il  suo  amore.   Anche  il  cuore  di  Maria  ha conosciuto il dolore, come di una spada  che  lo trapassa: quando lei tremava per la vita del  Bambino  durante  la  fuga in Egitto;  quando  lo  vedeva sfinito, non compreso, umiliato  nel  suo  apostolato;  quando  venne  arrestato, processato, torturato, e quando lo accompagnò  nella  via  del   calvario,   vedendolo  soffrire  e  morire  sulla  croce.  Ancora  oggi Maria  continua  a  soffrire con  noi,  quando  pone  il  suo  sguardo  sulle  nostre  pene e  sulle  nostre  sofferenze,  continua  a  soffrire con noi che rischiamo, coi nostri peccati, di perderci.





       SABATO, 6 GENNAIO 2024



   EPIFANIA DEL SIGNORE



Una stella ha guidato i Magi fino a Betlemme, perché là scoprissero "il re dei Giudei che è nato" e lo adorassero. Il viaggio dall'Oriente, la ricerca, la stella apparsa ai Magi, la vista del Salvatore e la sua adorazione, costituiscono le tappe che i popoli e gli individui dovevano percorrere nel loro andare incontro al Salvatore del mondo. La luce e il suo richiamo non sono cose passate, poiché ad esse si richiama la storia della fede di ognuno di noi. La fermezza, la costanza, soprattutto nella fede, è impossibile senza sacrifici, ma è proprio da qui, che nasce la gioia indicibile della contemplazione di Dio che si rivela a noi, così come la gioia di dare o di darsi a Dio. "Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia". Noi possiamo vedere la stella nella dottrina e nei sacramenti della Chiesa, nei segni dei tempi, nelle parole sagge e nei buoni consigli che, insieme, costituiscono la risposta alle nostre domande sulla salvezza e sul Salvatore.


PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI DICEMBRE 2023
Inviato da Alba il 24/12/2023 4:20:00 (88 letture)


 



                                   QUARTA SETTIMANA DI DICEMBRE 2023                                   DOMENICA, 24 DICEMBRE 2023 

Maria è una giovane donna che apre la sua vita allo sbaraglio della grazia: si fida e si affida. E per tutta la sua vita, segnata da molteplice prove, dovrà rinnovare questa fiducia nelle mani del figlio Gesù. La grandezza della maternità di Maria non consiste solamente nel fatto fisico, ma in quello spirituale. La bellezza di Maria sta nel aver accettato e seguito suo figlio, non solo nell'averlo partorito. Maria è madre e discepola. E tutti noi possiamo vivere questa esperienza: "Chi compie la volontà di Dio, costui è mia madre" (Mc 5,35).



 LUNEDI', 25 DICEMBRE 2023 - SANTO NATALE




Ogni uomo è fatto per la luce ed è chiamato ad essere illuminato dal Verbo con la luce eterna di Dio, che è la vita stessa del Padre donata al Figlio. La luce di Cristo splende su ogni uomo che viene nel mondo e le tenebre lottano per eliminarla. Tuttavia l'ambiente del male, che si oppone alla luce di Dio e alla parola di Gesù-Verbo, non riesce ad avere il sopravvento e a vincere.




 






PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI DICEMBRE 2023
Inviato da Alba il 8/12/2023 7:30:00 (90 letture)






TERZA SETTIMANA DI DICEMBRE 2023



Giovanni ha trovato il motivo per cui vivere, per cui è stato creato, ciò che dà senso alla sua vita. Lui deve dire a tutti: "State attenti, preparate la via al Signore, non dormite, il Signore vi passa vicino, non lasciatevelo scappare. Dio c'è, ma se avete gli occhi chiusi non lo vedrete". Lui dà, presta la voce, ma le parole sono di un altro. Giovanni testimonia la luce, illumina, ma non è la Luce. Ecco chi è il Battista: Voce che grida la Parola, la bella notizia!


« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 86 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

NASCITA DI GESU': TERZO MISTERO DELLA GIOIA
RITROVAMENTO DI GESU': QUINTO MISTERO DELLA GIOIA
DAL GRANO AL PANE, DALL'UVA AL VINO
PIETA' - Bologna
Foto 03.jpg

Cerca nel Sito