Menu principale

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Contatore visite






 

« 1 (2) 3 4 5 ... 116 »
PAROLA DELLA SETTIMANA : QUARTA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020
Inviato da Alba il 22/2/2020 6:00:00 (15 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


QUARTA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020


Fu detto: "occhio per occhio e dente per dente", ma io vi dico di non opporvi al malvagio, anzi se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu porgigli anche l'altra; se uno ti vuole togliere la tunica, tu lascia anche il mantello. Fu detto che dovrai amare il tuo prossimo e odiare il tuo nemico, ma io vi dico: "amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano"; solo così siete figli del Padre vostro che è nei cieli. Egli fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi, fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Se amate quelli che vi amano, e se salutate solo i vostri fratelli quale ricompensa ne avrete? Fanno così anche i pubblicani e i pagani. Ma voi siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.

PAROLA DELLA SETTIMANA : TERZA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020
Inviato da Alba il 15/2/2020 12:00:00 (17 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


TERZA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020


 Disse Gesù ai discepoli che non è venuto per abolire la Legge o i Profeti, ma per dare pieno compimento. Chi trasgredirà anche un solo precetto e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel Regno dei Cieli; chi invece osserverà tutti i precetti e lo insegnerà anche agli altri sarà considerato grande. C'è scritto di non uccidere, ma io vi dico che non dovete neanche adirarvi con un vostro fratello. Se quando presentate un'offerta all'altare vi ricordate che un vostro fratello ha qualcosa contro di voi, andate prima a riconciliarvi con quel fratello e poi andate a fare la vostra offerta.  Mettetevi d'accordo con il vostro avversario, prima che egli vi consegni al giudice e questi alla guardia che vi metterà in prigione. Avete inteso che fu detto di non commettere adulterio, ma io vi dico che se guardate una donna per desiderarla, avete già commesso adulterio con lei nel vostro cuore. Se un membro del vostro corpo vi è motivo di scandalo, tagliatelo: è meglio perdere una delle membra del corpo, piuttosto che finire nella Geènna. Chi ripudia la propria moglie, eccetto in caso di unione illegittima, la espone all'adulterio e chi sposa una ripudiata, commette adulterio. Non giurate, ma il vostro parlare sia "sì, sì", "no, no", perché il di più viene dal maligno.

PAROLA DELLA SETTIMANA : SECONDA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020
Inviato da Alba il 8/2/2020 6:30:00 (24 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


SECONDA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020


Gesù dice ai suoi discepoli che sono il sale della terra e sono la luce del mondo. Basta poco sale per rendere gustoso un piatto, però il sale ci deve essere. La luce poi non si tiene nascosta, ma la si pone in un candelabro perché illumini tutto intorno. Risplenda la luce dei discepoli davanti agli uomini, perché vedano le loro opere buone e rendano gloria al Padre che è nei cieli. Questo vale per ogni cristiano, quindi per ciascuno di noi.


PAROLA DELLA SETTIMANA : PRIMA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020
Inviato da Alba il 1/2/2020 6:30:00 (24 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


PRIMA SETTIMANA DI FEBBRAIO 2020


 Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, Maria e Giuseppe portarono il Bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore secondo la legge ed offrirono una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore. C'era a Gerusalemme un sant'uomo di nome Simeone pieno di Spirito Santo che gli aveva annunziato che prima di morire avrebbe visto il Messia del Signore.  Si recò al Tempio e accolse Gesù tra le sue braccia e benedisse Dio. Ringraziò per quel dono ricevuto per avere visto la salvezza e la gloria del popolo di Israele. I genitori si stupivano delle cose che si dicevano di Lui e Simeone li benedisse e disse che quel Bambino era presente per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e a Maria una spada trafiggerà l'anima. C'era anche una profetessa di nome Anna, rimasta vedova molto giovane ed ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal Tempio servendo Dio giorno e notte. Giunta in quel momento si mise anche lei a lodare Dio e parlava del Bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme. Quando ebbero compiuto ogni cosa secondo la legge del Signore la Sacra Famiglia fece ritorno a Nazaret, la loro città. Il Bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza e la grazia di Dio era su di Lui.


PAROLA DELLA SETTIMANA : III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
Inviato da Alba il 26/1/2020 7:40:00 (24 letture)


PAROLA DELLA SETTIMANA


III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO


 Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò in Galilea e andò a vivere a Cafarnao, sulla riva del mare. Il Profeta Isaia aveva scritto: "Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce". Gesù cominciò a predicare e diceva: "Convertitevi, perché il Regno dei Cieli è vicino". Mentre camminava lungo il mare di Galilea vide due fratelli, Simone, detto Pietro, e Andrea, che gettavano le reti in mare, perché erano pescatori. Gesù disse loro di seguirlo e li avrebbe fatti diventare pescatori di uomini. Essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Dopo Gesù vide altri due fratelli, figli di Zebedeo: erano Giacomo e Giovanni e riparavano le reti in barca. Li chiamò ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono. Gesù percorreva tutta la Galilea insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il Vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.

« 1 (2) 3 4 5 ... 116 »

Dalle Rubriche

Power point

Dalla Galleria foto

VISITAZIONE: SECONDO MISTERO DELLA GIOIA
PRESENTAZIONE AL TEMPIO: QUARTO MISTERO DELLA GIOIA
 VISITAZIONE: SECONDO  MISTERO DELLA GIOIA
GESU' IN CROCE TRA I LADRONI
CRISTO E' RISORTO DAI MORTI

Cerca nel Sito